iPhone 4S Siri video, scopriamo come funziona

Siri, l’assistente vocale presentata da Apple durante il keynote di ottobre 2011, é senz’altro una delle novità più interessanti:  sofisticato nella progettazione quanto semplice nell’utilizzo, questo sistema  permette di parlare con il telefono, impartendo l’esecuzione di comandi da pronunciare semplicemente al microfono, come possiamo vedere nel video in basso.

Sono passati quattro anni dall’annuncio del primo iPhone: il 9 gennaio 2007, il melafonino fu presentato alla vasta platea presente come un “revolutionary mobile phone”.

Al contrario di quello che avviene in alcuni casi, quando i successi preannunciati si tramutano in inesorabili fallimenti, iPhone in soli quattro anni ha conquistato il pubblico e poco importa  il blocco imposto da Cupertino sullo scambio dati via Bluetooth (risolto solo nel 2011 con il nuovo iPhone 4S), o il tanto discusso “antennagate”: come un’araba fenice che muore e riemerge dalle proprie ceneri, iPhone si é eretta dopo ogni caduta, collezionando successi e consensi in tutto il mondo.

Il video in basso ci mostra come funziona Siri: iPhone, ancora una volta, a distanza di quattro anni é pronta a rivoluzionare il mondo del mobile phone, utilizzare Siri é semplicissimo, per messaggi, telefonate, appuntamenti, ma non solo. Con questa nuova assistente vocale potremo anche trovare rapida risposta a quesiti generici: basta chiedere “che tempo fa?” e Siri risponde con le previsioni meteo. Abbiamo bisogno di un ristorante? Per Siri non é un problema indirizzarci verso quello che fa per noi. Siamo appassionati di economia? Siri ci dice subito come sta andando il Nasdaq. E ancora Siri utilizza l’orologio o le mappe, ricorda e crea messaggi di testo, aggiunge un appuntamento al calendario, fa ricerche sul web, calcola la rotta verso un luogo nel nostro pianeta, mostra il fuso orario mondiale e tanto altro ancora, senza necessità di digitare nulla. In pratica abbiamo una segreteria virtuale nel cellulare, in grado trovare sul web le varie informazioni richieste o di gestire l’agenda degli appuntamenti.

Siri non é un’assistente “ottusa” e poco flessibile: é così avanzata che é in grado utilizzare un linguaggio naturale e di rispondere con lo stesso linguaggio agli utenti. Per esempio, durante la dimostrazione, Forstall, manager di Apple, ha chiesto all’iphone: ‘Mi serve un impermeabile oggi?’ E l’app ha risposto allo stesso tono dicendo: ‘Certamente sembra che pioverà oggi!’ O ancora: !Trova un bel ristorante italiano a Greenwich Village.’ Siri ci risponde con: ‘Ho trovato 40  ristoranti-pizzerie italiani a New York, di cui cinque a Greenwich Village’, e poi li elenca sulla base delle recensioni di Yelp (con cui Apple ha stipulato una partnership).

Il dirigente della Mela Morsa ha dimostrato come Siri possa gestire funzioni ancora più avanzate, come i reminder. Se infatti diciamo alla nostra assistente: ‘Ricordami di chiamare mia moglie quando lascio il lavoro.’ Non ci sentiremo rispondere: “Non ho capito”, come succede spesso con i comandi vocali, ma: ‘Ecco il tuo reminder per quando lasci il lavoro. Devo crearlo?’.

Avete capito quindi chi é Siri? Provate a chiederglielo, vi risponderà così: ‘Sono un umile assistente personale.’ Un’assistente personale intelligente, e immaginiamo anche i vantaggi che avranno le persone non vedenti, grazie a questa segretaria all’avanguardia.

Siri sarà in Beta testing in occasione del lancio di iPhone 4S questo mese e ancora se non é ancora noto quando sarà disponibile commercialmente la versione definitiva del software, cresce la curiosità verso questa innovativa e originale applicazione. Quello che sappiamo é che verrà inizialmente lanciata nelle lingue inglese, francese e tedesca, ma Apple aggiungerà ulteriori lingue nel corso del tempo.

Migliori offerte Adsl del momento