Cambio operatore telefonico mobile tempi

Quali sono i tempi di attivazione della nuova scheda quando richiedi la portabilità? In passato succedeva di attendere giorni e giorni, oppure addirittura di non avere più notizie al riguardo. Quando per esempio la richiesta di portabilità veniva scartata per varie ragioni, delle volte egli non veniva neanche informato delle motivazioni.

Fortunatamente stiamo parlando di tempi preistorici: oggi l’AGCOM (l’autorità garante delle comunicazioni) ha imposto dei tempi certi per gli operatori che ricevono la richiesta di portabilità. In caso di ritardi, tra l’altro, ha perfino previsto la possibilità di chiedere un indennizzo.

AGCOM

Quando decidi di cambiare compagnia telefonica, la richiesta di portabilità la fai direttamente al nuovo gestore (Tim, Vodafone, 3, Wind, Postemobile, Fastweb, Coopvoce, ecc.). Ed é questo che si occupa di inoltrare la richiesta al tuo operatore attuale. L’AGCOM, con la delibera 78/08/CIR ha sancito che, appena il vecchio operatore riceve la richiesta, deve provvedere a portare a termine la procedura entro 3 giorni lavorativi. La successiva delibera n. 147/11/CIR ha ridotto i tempi ad un solo giorno lavorativo!

Quando tu richiedi la portabilità in un negozio (oppure online), delle volte capita che la tua richiesta non venga inserita subito nei sistemi informatici, perchè per esempio quel negozio ha molto lavoro in quei giorni e non trova il tempo di inserirle. Quindi, considerando che comunque il negoziante inserisce a sistemala tua richiesta entro qualche giorno al massimo, di regola la portabilità dovrebbe andare a buon fine entro una settimana.

E’ già trascorsa una settimana ma della portabilità non c’è ancora traccia? Potrebbe esserci stato qualche problema: o la tua richiesta non é stata inserita nel sistema, oppure ci sono problemi di altro tipo. Scopri come verificare lo stato della portabilità e quindi fare un sollecito per accelerare i tempi.

Il numero mobile può essere portato più volte a un altro gestore. Quando lo desideri puoi anche tornare al vecchio gestore, non ci sono limiti in questo: il cliente ha il diritto di passare quante volte vuole all’operatore che ritiene più conveniente.