Se cambio operatore perdo i soldi?

Hai deciso di passare a Wind, a Tre, Vodafone, Tim, Postemobile o altro gestore virtuale? C’è una promozione che ti interessa particolarmente? Allora é arrivato anche per te il momento di chiedere la portabilità. Tuttavia hai ancora qualche dubbio: se si cambia operatore, si perdono i soldi residui sulla sim di provenienza?

Oppure: dopo quanto tempo la sim passa la nuovo gestore? Quanto costa la portabilità? In questa guida chiariremo tutti i tuoi dubbi e ti spiegheremo come fare per non perdere il credito residuo che hai sulla tua scheda sim.

Sim

Portabilità: trasferimento credito residuo

Non perdere i soldi presenti sulla tua scheda sim, é molto semplice: quando vai nel negozio del nuovo gestore a cui vuoi passare, devi solo dire al negoziante di inserire anche la richiesta di trasferimento del credito, perchè hai ancora dei soldi sulla tua attuale sim. La richiesta di trasferimento credito é gratis, non devi aggiungere nulla oltre al costo della portabilità, che ti solito é pari a 10 euro.

A quel punto il negoziante, quando inserisce a sistema la tua richiesta di portabilità, chiede anche il recupero del credito residuo dal tuo vecchio gestore. Quando poi la portabilità andrà a buon fine, é possibile che tu non riceva subito i soldi, ma dopo qualche giorno. Attendi quindi una settimana dal momento in cui la nuova sim viene attivata, se ci sono ritardi contatta il servizio clienti del nuovo gestore.

La portabilità di solito va a buon fine entro al massimo una settimana. A partire da quel momento conteggia un’altra settimana per il riaccredito dei soldi residui sulla vecchia scheda. Il credito ti sarà rimborsato al netto di eventuali bonus che erano attivi sulla vecchia sim. Per esempio, se avevi 50 euro di credito, di cui 30 di ricarica normale e 20 di bonus autoricarica, allora il nuovo gestore ti accrediterà solo i 30 euro.