Cosa significa Whatsapp

Whatsapp è la celebre applicazione di messaggistica istantanea che spopola tra giovani e meno giovani. Il termine deriva dall’inglese “What’s up?” che significa letteralmente “Come va?”. Sì, lo so: a scuola ti hanno insegnato che “Come stai?” si dice “How are you?” ma così come in italiano esistono diverse forse per conoscere lo stato di una persona, anche in inglese si hanno vari modi di dire.

Diciamo che “What’s up?” è un modo un po’ meno formale per chiedere a una persona come sta. Si usa infatti spesso tra amici o tra persone che si conoscono bene. Difficile che lo usi un impiegato mentre viene chiamato a rapporto dal suo dirigente! Lo usano soprattutto i ragazzi. I fondatori dell’applicazione, l’hanno chiamata non esattamente “What’s up”, ma “Whatsapp” e la pronuncia è identica.

Whatsapp

Come si pronuncia in italiano

La parola Whatsapp si pronuncia allo stesso modo di What’s up, ma è curioso il fatto che abbia al suo interno la parola app e quindi gli inventori hanno giocato un po’ con l’assonanza.

Whatsapp si pronuncia così: Wàzap. Per capirci meglio, si pronuncia Uazap.

Con il tempo poi, sono nati modi di dire goliardici, curiosi e spiritosi per chiamare l’applicazione. Per esempio alcuni lo chiamano “La zappa”, altri lo chiamano “Va’ zappa”, un po’ come succede con Facebook, che ha già collezionato una serie di nomignoli più o meno simpatici.

1

Ad oggi Whatsapp è di proprietà di Facebook. Esatto, il colosso di Mark Zuckerberg ha comprato l’applicazione nel 2014 per ben 14 miliardi di dollari. L’applicazioni infatti vale tantissimo: nel mondo sono milioni le persone che lo utilizzano e ogni giorni si registrano tantissimi nuovi download. Il numero di coloro che la usa quindi, è destinato ancora a crescere.