Touch screen non funziona dopo caduta SOLUZIONI

Touch screen non funziona dopo caduta. Può trattarsi di una caduta a terra o, peggio, in acqua. Il touchscreen si é rotto, ci sono delle zone morte, in alcuni punti non risponde al tocco oppure é completamente rotto. Cosa fare in questi casi? Di solito l’assistenza non copre i danni accidentali e la rottura del touchscreen é proprio uno di questi, a meno che tu non lo abbia già trovato rotto nella confezione (cosa molto difficile).

Come risolvere quindi questo problema, senza dover ricorrere all’assistenza, che ti farebbe perdere un bel po’ di tempo e anche non poco denaro? Ecco cosa puoi fare per rimettere a nuovo il touchscreen del tuo smartphone.

touchscreen

I centri assistenza sono piuttosto cari quando si tratta di risolvere danni accidentali, quindi non dovuti a difetti di fabbrica. La sostituzione di uno schermo touchscreen può costare dai 100 ai 200 euro. Se non ti va di spendere tutti questi soldi puoi provare con il fai da te.

A meno di 40/50 euro infatti puoi comprare sul web tutto quello che ti serve per cambiare il tuo touchscreen: puoi fare semplicemente una ricerca su eBay. Se per esempio si é rotto il touchscreen del tuo Samsung Galaxy S8, allora cerca su eBay “touchscreen Samsung Galaxy S8″.

Una volta ricevuto il touch nuovo, come fare per montarlo? A questo punto affidati ai video Youtube. Anzi, prima ancora di comprare il touchscreen sostitutivo, se non sei esperto smanettone, controlla se per il tuo modello ci sono video Youtube ben fatti per la sostituzione dello schermo. Altrimenti rinuncia.

Non che la sostituzione dello schermo sia una cosa difficilissima, ma se non hai un po’ di esperienza nella riparazione é meglio non farlo a occhi chiusi. Un video esplicativo invece, seguito meticolosamente, può aiutarti a mettere in sesto il tuo telefono e a risparmiare un bel po’ di soldini. Devi seguirlo attentamente in ogni singolo passo.

Un’alternativa, se non hai un po’ di esperienza nel fai da te o non vuoi mettere mano, sono i tanti centri di riparazione cinesi che ormai sono un po’ ovunque: i tecnici che ci lavorano sono sempre esperti (pensa che alla fine dei conti, la maggior parte degli smartphone viene assemblata in Cina) e i prezzi decisamente più bassi.