Sim tagliata male come fare

Ormai tutti i negozi di telefonia vendono delle schede sim già delle dimensioni nano o micro. Eppure c’è ancora qualcuno che preferisce tagliarla da sé, soprattutto per evitare di dover trasferire dati, sms, rubrica sulla nuova scheda. Non che il taglio della sim sia un’operazione particolarmente difficile, ma purtroppo a volte non riesce.

E da lì iniziano a sorgere problemi: sim che non funziona, non viene riconosciuta o non prende il segnale, non va: insomma, la scheda sim probabilmente è stata tagliata male. Come fare per risolvere il problema? E’ possibile recuperare la sim card in qualche modo?

Sim

Il taglio della sim non dovrebbe causare alcun danno. Infatti é il chip che deve rimanere integro, se tu tagli solo la parte di plastica, non c’è problema, deve funzionare correttamente perché appunto il chip é integro. Quindi l’unico problema che dovrebbe dare, se é stata tagliata male ma senza deteriorare il chip (cosa che puoi vedere tu a occhio nudo), é che non riesce a essere ben inserita nello slot oppure si blocca all’interno di esso.

In questo caso purtroppo non c’è molto da fare. Devi necessariamente provvedere alla sua sostituzione. Recati quindi in un negozio (Wind, Vodafone, 3, Tim, ecc.) e chiedi la sostituzione della scheda sim. Ti imbarazza dire che avevi provato tu a tagliare la sim? Allora di che l’hai persa, é la stessa cosa.

Attenzione però: ricorda di portare in negozio sia il numero della tua sim, sia il codice seriale che si trova sulla sim (sulla parte tagliata). Il codice seriale ICCID è molto importante per la richiesta di sostituzione sim e lo trovi sulla scheda stessa. Se possiedi un iPhone lo trovi anche in Impostazioni > Info Telefono, ma se la sim non funziona più non puoi neanche accedere a queste informazioni.

La sostituzione della scheda sim ha un costo di 10 euro.