Lista smartphone che supportano OTG

Il cavo OTG (letteralmente On The Go) serve a connettere hardware come chiavette, dischi fissi in aggiunta se la memoria non ti basta, delle vere e proprie tastiere e perfino stampanti al tuo cellulare o tablet e renderlo così più funzionale quando occorre. Tuttavia, c’è ancora un po’ di confusione rispetto a quali siano gli smartphone che supportano OTG effettivamente.

Usare un cavo OTG é facile: basta collegare il cavo OTG all’uscita micro USB del cellulare e poi, l’altra parte del cavetto OTG collegarla al dispositivo esterno (per esempio la tastiera). A questo punto il cellulare ravvisa il dispositivo esterno appena collegato ed entra nella memoria di quest’ultimo per visualizzare i file presenti.

Cavo OTG

Ecco una lista dei dispositivi meno recenti che comunque supportano i cavi OTG:

Samsung Galaxy Note – Note 2
Samsung Galaxy  S – S Advance – S2 – S3 – S4
Sony XPeria P – Z

Per quanto riguarda invece i device più recenti, da Android 3.1 Honeycomb (quindi neanche così recenti), la funzionalità OTG é sicuramente supportata. Chiaramente prima di acquistare un cellulare, effettuare un controllo non é certo male.

quindi se per esempio stai comprando un nuovo smartphone, fai una ricerca su Google: “Nome smartphone cavo OTG” per scoprire se si tratta di un dispositivo compatibile oppure no.

Se il dispositivo non é supportato infatti, per farlo funzionare potrebbe servire il root e quindi un’apposita applicazione da scaricare e che permetta la connessione. Chiaramente il root é un’operazione sconsigliata se non sei un utente molto esperto in materia.

Dove comprare un cavo OTG? Non sempre questi cavi vengono inseriti nelle confezioni di telefoni e smartphone, ma puoi comunque comprarli a circa 10 euro. Tra i migliori in commercio segnaliamo quelli della Verbatim, della Samsung e della VicTsing, tutti a un costo che va dai 10 ai 15 euro massimo.