Roaming internazionale abolizione, ora è gratuito

Chi ha viaggiato almeno una volta all’estero lo sa: esiste un antipatico costo ogni volta che si usa il cellulare per telefonare, mandare messaggi sms o collegarsi a internet. O meglio, esisteva. Già, perchè a partire dal 15 giugno 2017 tale costo è stato abolito. Usare il telefono all’estero ora è gratis, o meglio, non ci sono più costi aggiuntivi rispetto all’uso in Italia (sia per clienti con abbonamento che con ricaricabile).

Ma come funziona esattamente? Bisogna fare attenzione, perché il roaming non è del tutto gratuito, ma solo entro determinate soglie. Vediamo esattamente cosa hanno previsto i vari gestori telefonici italiani.

Telefonata

Europa gratis

La legge che ha cambiato le carte in regola e ha previsto l’abolizione dei costi di roaming è la Norma Europea 2016/2286. Nello specifico, chi naviga all’estero non deve più pagare costi in più per il roaming. Purché, recita la regolamentazione, ne faccia un corretto utilizzo, non ne abusi. I vari operatori infatti prevedono alcuni limiti.

Attenzione: per usare i Giga internet anche all’estero, ricorda di attivare la voce “Roaming Dati” che trovi nelle Impostazioni de tuo telefono o tablet. Questo non significa che abiliterai dei costi aggiuntivi, ma semplicemente attiverai la navigazione anche all’estero.

Attenzione: il roaming gratuito è valido solo per l’Europa, ma non per i Paesi Extraeuropei.

Costi Wind

Se hai attiva un’offerta Wind che prevede un bundle di minuti/sms/Giga, allora puoi usarli anche all’estero. Per esempio, supponiamo che a tua offerta attiva sia Wind All Inclusive che comprende, al costo di 10 euro al mese, 1000 minuti, 1000 messaggi sms e 3 Giga di traffico. Se vai all’estero, potrai usare questo bundle senza nessun costo aggiuntivo.

Se hai attiva una tariffa a consumo, anche all’estero utilizzerai questa tariffa. Se per esempio prevede 19 centesimi al minuto verso tutti, anche in Europa pagherai lo stesso costo, senza ulteriori aggravi.

Attenzione: non ci sono costi aggiuntivi solo fino a 500 minuti di chiamate e fino a 1 GB di traffico dati usato. La normativa europea 2016/2286 infatti, stabilisce che i costi devono essere gratuiti purché l’utente ne faccia un buon utilizzo, non ne abusi.

Costi Tim

Anche con Tim puoi usare i tuoi minuti, messaggi e bundle internet se ti trovi in un Paese Europeo. Tim sottolinea che il roaming gratis non é attivo se hai dei bonus extra rispetto al tuo piano tariffario.

Infine, Tim informa che il roaming è gratis solo in caso di corretto utilizzo. Se dovessi abusarne, si riserve il diritto di applicare un sovrapprezzo. Al contrario di Wind non indica una soglia precisa.

Costi Vodafone

Vodafone era stata la prima compagnia a eliminare i osti aggiuntivi all’estero, grazie ai piani RED. Ora, grazie alla nuova norma europea, il roaming non è più a pagamento, qualunque sia la tua offerta attiva. Se non hai attivo alcun pacchetto, i costi sono gli stessi previsti in Italia. Per esempio, se paghi 15 centesimi al minuto in Italia, allora lo pagherai anche in Europa.

Attenzione: il roaming è gratuito in caso di uso occasionale. Se ne fai un uso smodato, Vodafone potrebbe addebitarti dei costi aggiuntivi.

Costi Tre

Se hai attivo un pacchetto che prevede un bundle di minuti, sms e Giga internet, puoi usarli anche all’estero, in Europa. Per esempio, se hai attivo un piano ALL- IN al costo di 9 euro al mese e che prevede 1000 minuti, 500 sms e 5 GB di internet, puoi usarli anche all’estero, senza costi in più. Se invece hai una tariffa a consumo, è valida anche per l’estero.

Attenzione: la normativa europea ti “protegge” solo in caso di corretto utilizzo. In caso di abuso, Tre potrebbe addebitare dei costi aggiuntivi.

Migliori offerte Adsl del momento