Oukitel K10000 Pro scheda tecnica prezzo e recensione

Oukitel K10000 Pro é un nuovo smartphone cinese la cui scheda tecnica ha una caratteristica davvero interessante: ben 10.000 mAh di batteria. Cosa significa? Significa che finalmente non arriverai a fine giornata con una batteria scarica, stanca, assente. Oukitel K10000 Pro é fatto per chi fa un uso intenso dello smartphone ma non vuole usare continuamente il caricabatteria.

Se fino a qualche tempo fa, una durata lunga era un appannaggio solo dei cellulari entry level, ecco che finalmente qualcuno pensa a rafforzare la batteria: nella recensione di oggi scopriamo meglio questo smartphone, tra l’altro low cost, visto che viene venduto al prezzo di circa 150 euro.

Oukitel K10000 Pro

Battezzato come il “battery phone”, Oukitel K10000 Pro oltre a una capientissima batteria integra la tecnologia 2A, che praticamente aiuta il dispositivo a ricaricarsi meglio e più in fretta (entro al massimo due ore e mezza). La batteria non é rimovibile.

Oukitel K10000 Pro é uno smartphone di impatto anche nell’estetica: troviamo infatti delle finiture in finta pelle in un inserto metallico, il display misura 5,5 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) ed é un Gorilla Glass. Le dimensioni del device ammontano a 143 x 77 x 9 mm per un peso di 184 grammi. Nonostante l’enorme batteria quindi, non si tratta di un device dalle misure e dal peso mastodontico e ingombrante.

Sotto la scocca risiede un processore a otto core MT6750T coadiuvato da 4 GB di RAM e fino a 32 GB di ROM. Molto interessante anche la parte fotografica: sulla parte posteriore la camera misura 16 megapixel, mentre su quella anteriore 8 megapixel. Il sistema operativo a bordo é Android 7.0 Nougat.

In conclusione, si tratta di uno smartphone adatto a chi viaggia molto e non ha il tempo o la voglia di ricaricare continuamente il telefono. La nota positiva poi, é che grazie alla tecnologia 2A, per una batteria così importante bastano solo due ore e mezza per un ciclo di ricarica completo. Lo schermo generoso poi, permette di guardare il display con scioltezza, senza dover strizzare l’occhio per decifrare le lettere e le pagine.