Telegram e Whatsapp a confronto: tutte le differenze

Cosa cambia tra Telegram e Whatsapp? Partorita a Berlino da genitori russi, questa nuova applicazione che risulta essere una valida alternativa a Whatsapp si basa su un protocollo di comunicazione open source realizzato allo scopo di diminuire al massimo la mole di byte scambiati durante la chat.

E qui si vede già la prima differenza: i byte scambiati sono di meno rispetto a Whatsapp, quindi Telegram é in grado di funzionare anche con una copertura internet bassa. Per esempio, se ti trovi in EDGE, con Telegram non avrai comunque problemi a chattare con i tuoi amici. Ti sembra poco?

Telegram

Prima di passare al confronto per capirne le differenze però, vediamo in cosa sono simili le due applicazioni. A primo acchito Telegram sembra davvero la copia di Whatsapp: una volta scaricata l’applicazione infatti, si collega subito alla rubrica del tuo telefono e quindi scarica tutti i contatti che a loro volta hanno Telegram.

Anche per quanto riguarda l’invio di messaggio é tutto uguale a Whatsapp: quando invii un messaggio appare la prima spunta, quando il messaggio é ricevuto appare la doppia spunta. Infine, anche con Telegram puoi creare dei gruppi ad hoc, nei quali possono esserci fino a 200 partecipanti.

E ora passiamo alle differenze. Forse ti sembrerà che Telegram sia una fotocopia perfette di Whatsapp, ma non é così. Ecco quali sono le principali differenze:

  1. Chat segreta. Telegram usa chiavi crittografate che raggiungono livelli di sicurezza altissimi e non solo: se infatti crei una “Chat segreta” cliccando sull’apposito pulsante, potrai decidere se far autoeliminare i messaggi dopo che il tuo interlocutore li ha letti. Puoi scegliere se farli eliminare subito oppure dopo qualche giorno. I contenuti del messaggio non rimarranno sui server dell’azienda.
  2. Cloud. Telegram è un’app multipiattaforma, per cui puoi utilizzarlo non solo con telefoni e tablet, ma anche con il pc. I messaggi possono quindi essere sincronizzati anche con diversi device.
  3. Cancellazione messaggi. Quante volte ti é capitato di inviare un messaggio e di essertene pentito subito dopo? Bene, con Telegram, se il destinatario non lo ha ancora letto, puoi cancellarlo. Puoi anche decidere solo di modificarlo, se per esempio c’è qualche errore grammaticale o vuoi leggermente modificare il concetto.