Subentro sim Wind: modulo di richiesta

Per svariati motivi, può capitare di dover cambiare la titolarità di una scheda sim ricaricabile: perchè magari sei il reale utilizzatore, oppure per decesso dell’intestatario a cui vuoi subentrare, oppure semplicemente perchè un tuo familiare ti ha regalato una sim.

Leggi questa guida e scopri come è possibile richiedere il cambio intestatario della scheda sim ricaricabile, i costi e tutti i dettagli da seguire, che tu sia un privato, oppure che tu stia chiedendo il subentro per conto di una società.

sim Wind

Online si può fare?

Purtroppo online non si può fare il cambio titolarità della sim. Se infatti ti logghi al sito Wind con le tue credenziali, oppure accedi all’app My Wind e vai nella sezione “Il tuo Profilo” > “Modifica i dati”, potrai cambiare solo alcuni dati anagrafici, tra cui l’indirizzo, il tuo recapito telefonico, etc., ma non la titolarità della scheda sim.

Il subentro può infatti essere richiesto solo recandosi presso un centro Wind, muniti di documento di identità e codice fiscale. In negozio, dovrai compilare un modulo (che trovi solo lì e non online) e potrai quindi intestarti la scheda sim.

Se stai chiedendo il subentro per conto di una società, dovrai portare anche i seguenti documenti:

  1. Certificato di attribuzione della Partita IVA oppure certificato di vigenza della P.IVA /Codice Fiscale (non superiore a 6 mesi) oppure Certificato storico d’iscrizione al Registro Imprese (sempre non superiore a 6 mesi) se non ancora iscritti al Registro delle Imprese.
  2. Documento che attesti i poteri del Rappresentante (ad esempio, vanno bene l’Atto Costitutivo, oppure lo Statuto della società) se tali poteri non riescono a desumersi dai documenti di cui al punto 1.
  3. Documento d’identità del Rappresentante.

Il cambio intestatario della sim non prevede alcun costo.

Migliori offerte Adsl del momento