Come capire se il root è andato a buon fine

Hai appena fatto il root del tuo smartphone o tablet Android ma, ad essere sicnero, non sei proprio espertissimo. Chissà, è andato tutto ok? Il root è stato davvero eseguito? Come puoi capire se il root è andato a buon fine oppure se hai sbagliato qualcosa?

E’ importante sapere se la procedura è andata a buon fine e io oggi ti mostrerò una semplice applicazione che permette proprio di controllare se il root è stato eseguito correttamente. Tranquillo, è facilissima da usare e il suo download è gratis: prenditi solo due minuti di tempo!

Android Root

Root Checker: come funziona e a cosa serve

L’applicazione di cui voglio parlarti si chiama Root Checker. Puoi scaricarla gratis dal Play Google Store. L’app è piccolissima, pesa solo 278 Kb, quindi non pone problema alcuno per quanto riguarda lo spazio e la memoria disponibile.

Dopo averla scaricata e installata sul tuo telefono o tablet, non devi far altro che aprirla. Clicca quindi su Check Now! e attendi qualche istante: in pochi secondi l’app ti restituirà il risultato:

  • Status Rooted, significa che uil tuo smartphone è stato rootato e quindi la procedura è andata a buon fine;
  • status Not found, significa che sul tuo smartphone non è presente alcuna traccia di root. Se quindi hai provato a farlo, significa che hai sbagliato qualcosa. Ti consiglio di rootare nuovamente il dispositivo, magari facendoti aiutare da qualcuno più esperto!

Come puoi notare, Root Checker, oltre a verificare la presenza o meno del root, restituisce anche altre informazioni, tra cui:

  • il nome del tuo device;
  • la versione Android installata;
  • la versione Super User installata;
  • la versione BusyBox e SU;
  • altre informazioni, tra cui le directory SuperUser, le directory Su e Sudo e le variabili d’ambiente.

Migliori offerte Adsl del momento