Diritto di recesso contratto 3 entro 14 giorni

L’altro giorno ti ha telefonato un operatore commerciale e hai accettato una proposta per un abbonamento? Passato qualche giorno però, te ne sei completamente pentito. Se non sono ancora passati 14 giorni, sappi che hai tutto il diritto di recedere dal contratto, senza pagare costi di penale.

Come funziona il diritto di recesso, come esercitarlo? Come inviare il modulo di recesso a 3? E’ proprio vero che non c’è alcun costo da pagare per il cliente che recede? In questa guida diamo una risposta alle domande che si pone chi ha intenzione di recedere da un abbonamento.

Tre

Innanzitutto, come sai già, i giorni non sono più 10: il d.lgs. n.21 del 21/02/2014, sulla base della “direttiva UE sui diritti dei consumatori” ha infatti stabilito che, per i i contratti conclusi al di fuori dei locali commerciali del rivenditore (e quindi quei contratti che si concludono online, per telefono, etc.), i tempi entro cui esercitare il diritto di recesso si allungano a 14 giorni lavorativi.

I 14 giorni decorrono dal giorno in cui si è concluso il contratto nel caso di vendita di servizi, mentre decorrono dal giorno della consegna della merce nel caso di vendita di beni. Il recesso deve essere notificato al gestore in forma scritta. Di seguito è possibile scaricare un fac simile lettera di recesso, da compilare e inviare tramite raccomandata A/R a 3.

Costi

Il recesso non comporta costi di penale per il richiedente, a cui saranno addebitati soltanto:

  • le spese dirette di restituzione di un eventuale terminale. Le spese ammontano a 10 euro.
  • I costi del servizio eventualmente già usufruiti nei giorni precedenti la disdetta.

I costi pagati per l’attivazione dell’offerta e/o per l’acquisto della scheda sim, saranno restituiti dal rivenditore oppure tramite assegno o bonifico (erogati entro 30 giorni dal ricevimento del terminale.

A questo link maggiori informazioni sul recesso 3.

Migliori offerte Adsl del momento