Furto cellulare Wind: cosa fare

Se il tuo cellulare e la tua scheda sim Wind ti sono stati rubati, devi correre subito a ripari: innanzitutto devi chiedere il blocco della sim, per evitare che il ladro possa farne un uso illecito a tuo discapito. Non preoccuparti del numero di telefono: potrai chiedere una sim sostitutiva per mantenere il numero.

Oltre alla sim, é consigliabile anche chiedere il blocco del telefono, in modo da renderlo inutilizzabile. Tutti i gestori infatti, gestiscono una “black list”, dove vengono inseriti i codici IMEI dei telefoni smarriti e rubati, in modo da bloccarne l’uso con qualsiasi sim di qualsiasi gestore.

Furto cellulare Wind: cosa fare

Blocco della sim e sostituzione

Contatta subito il 155 e chiedi all’operatore il blocco della sim card. L’operatore, dopo aver verificato la titolarità della tua linea, provvederà a sospendere la SIM alle chiamate in uscita. Comunicagli inoltre che intendi chiedere la sostituzione: potrai farne richiesta presso un centro Wind. Il costo della sostituzione sim è pari a 10 euro (sia per ricaricabili che per abbonamento). Potrai anche chiedere il trasferimento del credito residuo sulla nuova sim.

Blocco del telefono

Recati presso la stazione dei carabinieri e sporgi denuncia di furto. Compila questo modulo e allega una fotocopia della denuncia e una fotocopia del tuo documento di identità. Invia il modulo tramite raccomandata A/R all’indirizzo indicato. Entor qualche giorno dal ricevimento della raccomandata, Wind provvederà a bloccare il telefono. Come avrai notato è necessario indicare l’IMEI del telefono. Se non lo hai memorizzato, puoi risalire indicando i quattro numeri di telefono che chiami più spesso, indicandoli nel modulo.

Attenzione: Wind può bloccare solo i cellulari utilizzati con SIM Wind. Se quindi il cellulare è stato comprato da Wind ma usi un altro gestore, a quest’ultimo dovrai chiedere il blocco del telefono.

Migliori offerte Adsl del momento