Cosa fare in caso di smarrimento sim Wind

Hai perso la tua scheda sim Wind? Ti è stata rubata? Allora devi richiedere al più presto il blocco della carta, per evitare che qualche malintenzionato, impossessandosene, possa fare qualcosa di poco lecito proprio con la tua scheda intestata a te.

Hai due possibilità:

1. Decidere di bloccare la scheda e quindi non usare più quel numero di telefono;

2. Decidere di bloccare quella specifica scheda, però fare richiesta di sostituzione sim, in modo da avere un duplicato con lo stesso numero.

Vediamo di seguito come fare in entrambi i casi.

Wind

29

Bloccare la scheda

Contatta subito il 155 e parla con un operatore. Costui, dopo aver verificato insieme a te la titolarità della sim (ti farà qualche domanda specifica: per esempio quali sono i numeri che chiami più spesso, quando hai fatto l’ultima ricarica, etc.) provvederà a sospendere in quello stesso istante la scheda sim. Tranquillo: se poi dovessi ritrovare la scheda sim, potrai ricontattare il 155 e chiederne la riattivazione!

Se invece desideri chiedere, oltre alla sospensione della scheda sim, anche una scheda sostitutiva per mantenere lo stesso numero, allora devi recarti presso un negozio Wind.

Se richiedi una sim in abbonamento il costo di sostituzione è di 10 euro, che verrà addebitato sul Conto Telefonico.

Se richiedi una carta ricaricabile, il costo di sostituzione della SIM è di 10 euro e dovrà essere pagato al rivenditore. E’ possibile anche chiedere l’accredito del credito residuo che era sulla sim smarrita/rubata.

Se oltre ad avere smarrito la sim hai perso anche il telefono, ti consiglio di leggere questo post su come bloccare un telefono rubato: si tratta di una procedura che permette di bloccare il telefono perso (o appunto, rubato) e renderlo quindi inutilizzabile a chi ne entri in possesso.

Migliori offerte Adsl del momento