Chipgate iPhone 6S: test per sapere se è colpito

L’IPhone 6s e l’iPhone 6s Plus, appena usciti, sono stati al centro di quello che è stato battezzato come il “chipgate”: un problema che sembra colpire tutti gli iPhone con processore Samsung. Apple infatti, per produrre i processori, si è avvalso della collaborazione di due aziende: TSMC e Samsung.

Diversi test effettuati da siti specializzati, hanno notato che i modelli (sia di iPhone 6s che di iphone 6s Plus) costruiti da Samsung, si surriscaldano più facilmente. Non solo: sembra che questo abbia ripercussioni negative anche sulla durata della batteria, inferiore di ben due ore rispetto ai “colleghi” della TSMC.

iPhone 6S

Apple è presto intervenuta sulla questione e con un comunicato ufficiale, ha fatto sapere che il chip A9 di Samsung è di 14 nanometri, mentre quello dei TSMC è di 16 nanometri. Una diversità quindi c’è, seppur piccola, come precisato dall’azienda, che ha sottolineato si tratti di una differenza minima, che inciderebbe solo del 2 o 3% sulla durata della batteria.

Non sembra essere d’accordo la rete: alcuni utenti infatti trovano che la durata della batteria sia minore, non di così poco come sottolineato da Apple. Nel dubbio, come sapere se il tuo iPhone appartiene a quelli con chip Samsung? E’ molto semplice: vediamo come si fa.

1. Scarica da iTunes l’app Battery Memory System Status Monitor e dopo averla installata, lanciala.
2. Clicca quindi su System sulla parte alta del display.
3. Alla voce model, visualizzerai:

  • il codice N71mAP (per iPhone 6S) oppure il codice N66mAP (per iPhone 6S Plus) se si tratta del chip TSMCe quindi senza problemi;
  • il codice N71AP (per iPhone 6s) oppure il codice N66AP (per iPhone 6S Plus) se si tratta del chip Samsung, il processore “sotto accusa”.

Migliori offerte Adsl del momento