Guida all’acquisto del cellulare: tutto quel che devi sapere

Hai deciso di comprare un nuovo smartphone e sei indeciso tra vari modelli, oppure non hai proprio idea da dove cominciare? Vuoi scegliere il migliore smartphone al miglior prezzo? Allora ecco la guida che fa per te: una guida all’acquisto del cellulare realizzata proprio per chi è alla ricerca di un device performante, innovativo e abbordabile anche in termini di prezzo.

Prima di tutto, bisogna porsi la seguente domanda “quali sono le caratteristiche che desidero per uno smartphone? Quali sono le mie esigenze?”. Sei un appassionato di musica? Allora ti consiglierò uno smartphone dotato di radio FM e lettore multimediale avanzato. Sei un patito dei selfie? Allora preferirai sicuramente una fotocamera di alto livello. Hai due sim che vuoi usare contemporaneamente? Allora ti consiglierò un dual sim.

Ci sono tre tipi di cellulari tra cui puoi scegliere:

  • i feature phone, ossia i cellulari molto semplici, che permettono giusto di telefonare, inviare sms o al massimo ascoltare musica;
  •  gli smartphone, che offrono tutta una gamma di funzioni in più, come la possibilità di scattare foto, di registrare video, di andare su internet e tanto altro ancora, quasi come se fossero dei mini computer portatili.
  • i dual sim, che permettono di gestire contemporaneamente due schede sim. Sono l’ideale per chi ha due numeri che vuole avere sempre attivi e preferisce non portarsi dietro due telefoni. Solitamente i dual sim sono anche smartphone, quindi cellulari dotati di una serie di caratteristiche, ma ci sono anche dual sim più semplici, per chi desidera un dispositivo efficiente ma senza troppi fronzoli.

E tu, di che smartphone sei?

Ovviamente ognuno ha i suoi gusti e le sue esigenze, ma, ci sono comunque delle caratteristiche comuni, a cui sicuramente nessuno vuole rinunciare quando decide di comprare uno smartphone. Possiamo elencarle così:

  1. durata della batteria. Gli smartphone, a differenza dei cellulari semplici, durano molto meno. Questo perchè sprecano tante risorse per la connessione dati, il bluetooth, il GPS e tante altre fatures. La prima cosa da fare quindi, prima di recarsi in negozio, é controllare su internet (sulla scheda tecnica del sito del produttore) l’autonomia della batteria, sia in stand by che in uso.
  2. connettività web. Forse sei tra quelli che dicono che alla fine dei conti, internet sul cellulare lo userai poco o niente. Ricrediti. Una volta che avrai “assaporato” l’ebrezza di poter controllare, ovunque tu sia, la tua mail dal cellulare, il tuo profilo Facebook e gli aggiornamenti dei tuoi amici, i video di Youtube che più ti piacciono, etc. etc., vedrai che non potrai più farne a meno. E’ quindi importante scegliere uno smartphone con una connettività veloce: almeno 3G, meglio ancora se HSDPA o 4G.

Considerate queste due caratteristiche, che rispondono alle esigenze di un po’ tutti, ecco invece altre feature da vagliare con attenzione:

Display

Oggi vanno tanto di moda i touchscreen. E che siano sempre più grandi. Sopravvivono ancora, e anche abbastanza degnamente, gli smartphone tipo Blackberry con tastiera fisica qwerty. Particolare attenzione va prestata alle dimensioni: se vuoi utilizzare lo smartphone con una sola mano, allora non dovrai comprare cellulari più larghi di 4 o 4,5 pollici. Se superi questa larghezza, dovrai utilizzare entrambe le mani per scrivere. Valuta quindi bene le dimensioni, quali sono per te le più agevoli, senza lasciarti impressionare e affascinare subito dai display più generosi.

Multimedialità

Ti piace ascoltare la musica, scattare foto e giocare ai videogiochi? Per quanto riguarda la fotocamera, scegline una di almeno 5 Megapixel, se non vuoi ritrovarti foto sfocate e poco luminose. Meglio se c’è il flash. Assicurati che sul telefono ci sia una radio FM, un lettore multimediale che legga i formati audio e video più diffusi. Nota interessante, é l’interazione con social network, e-mail avanzate, chat: verifica quanto è ricco il tuo potenziale telefono e scegli quello che fa realmente per te.

Sistema operativo

I sistemi operativi più diffusi sono iOS, Android, Windows Phone e Blackberry. A seconda del software scelto, avrai un approccio diverso alle funzioni del telefono.

Android

Sviluppato da Google, é un OS open source. E proprio siccome il codice sorgente di ogni distribuzione è disponibile per tutti, gli sviluppatiìori indipendenti ci possono lavorare e, spesso, permettono di aggiornare anche device più vecchi non più supportati dalla casa madre. I terminali Android possono essere personalizzati al massimo, il software può essere modificato in profondità.

iOS

A differenza di Android, iOS è un sistema operativo chiuso (i sorgenti non sono disponibili) e può essere aggiornato solo da Apple. Non si può quindi modificare al massimo come succede per Android, ma c’è da dire che Apple presta la massima attenzione allo sviluppo del suo OS, garantendo aggiornamenti continui e puntuali per i vari device.

Windows Phone

Sviluppato da Microsoft, è a metà strada tra Android e iOS: viene installato su vari smartphone (soprattutto Nokia) ma le ultime versioni non sempre sono disponibili per i device un po’ vecchietti: Microsoft infatti, ad ogni nuova versione, decide i requisiti minimi per il download. Gli aggiornamento sono abbastanza frequenti.

BlackBerry

E’ il sistema operativo dedicato ai professionisti: permette di gestire facilmente posta aziendale e ha servizi dedicati. Permette per esempio la sincronizzazione con Microsoft Exchange, calendario, attività, note e contatti. Essendo dedicato soprattutto ai professionisti, detiene una fetta di mercato inferiore al 10% rispetto agli altri OS.

Quale scegliere?

La scelta è e rimane soggettiva. Tutto dipende dalle proprie aspettative e da quanto si è disposti a spendere, fermo restando le caratteristiche che risultano, ad ognuno, indispensabili. Importante quindi non solo guardare la completezza di un prodotto, ma anche le caratteristiche estetiche come le dimensioni, il peso. In ultimo, ma non per ultimo, la potenza del processore e la capienza della RAM, che influiscono significativamente sulla fluidità del sistema, qualunque esso sia. Sotto questo punto di vista, meglio optare almeno epr una soluzione 1 : 1, ossia per un device con un processore ad almeno 1 Ghz e 1 GB di RAM.

Migliori offerte Adsl del momento