Come usare Facebook in Cina

Andare su Facebook in Cina (ma anche in Russia, Iran, Turchia e Nord Korea), non è possibile, è vietato. Le autorità cinesi hanno inserito un blocco, conosciuto come “Grande Firewall” che blocca la possibilit di accedere a siti internet come Facebook. Anche Twitter e Youtube sono bloccati e quindi non è consentito utilizzare questi servizi.

Cosa deve fare quindi una persona straniera, per esempio un italiano che si trova in Cina per poter usare Facebook senza blocchi e restrizioni? Come si dice da noi in Italia: “fatta la legge, trovato l’inganno”. E infatti bypassare il Grande Firewall imposto dalla Cina non è così difficile, anzi. Basta usare un diverso VPN. Vediamo di cosa si tratta e come funziona.

Come andare su Facebook in Cina

Se vuoi condividere le tue esperienze di viaggio o di lavoro tramite Facebook con familiari o amici, evitando i blocchi del Grande Firewall cinese, la soluzione sta nell’installare una VPN, un programma che, praticamente, cambia il tuo indirizzo IP: tu ti connetterai a internet dalla Cina, ma il tuo pc apparirà connesso dagli Stati uniti o da altra parte del mondo, aggirando così l’ostacolo. Di VPN atte allo scopo ce ne sono davvero tantissime, anche gratis, ma purtroppo poche funzionano veramente. Alcune, soprattutto quelle gratis, funzionano molto lentamente, rendendo impossibile una navigazione serena, altre non funzionano proprio.

I migliori servizi VPN

Le VPN devono essere scaricate e installata sul proprio dispositivo per essere usate. La procedura è guidata e sono motlo semplici da usare.

1. StrongVPN: economica e affidabile, può essere installata su pc, Mac, Android e iOS (c’è anche la versione app per dispositivi mobile). Il costo parte da 4,58 dollari al mese, quindi meno di 4 euro.

2. VyprVPN costa un pochino di più (un paio di euro in più al mese), ma ha anche una versione trial, quindi gratis, che ti permette di testare il servizio prima dell’acquisto. E’ davvero semplice da usare e configurare, anche su cellulari e tablet. Per chi sa di rimanere in Cina per molto tempo, la scelta più economica è sicuramente quella di fare un abbonamento annuale.

3. ExpressVPN: i suoi punti di forza sono la velocità, l’ottima copertura (oltre alla Cina può essere usato in più di 40 nazioni) e la facilità di utilizzo anche su Android o iOs. Parliamone.

Come usarle

Di solito i client VPN sono già preconfigurati e basta solo inserire i dati per l’accesso:

1. Per Windows

– Windows Vista/7: cerca VPN sul tuo pc, vai su “Configura una connessione di rete privata virtuale (VPN)” ;

– Windows 8: cerca VPN sul tuo pc, vai su “Aggiungi una connessione VPN”

Inserisci quindi i dati per la connessione, un nome utente e una password.

2. Per MacOS X: clicca sul menu Apple >Preferenze di Sistema > Reti > Aggiungi (+). A questo punto vai in fondo alla lista, da questa seleziona VPN e scegli il tipo di VPN a cui connetterti: Inserisci le credenziali.

Se non riesci a configurare una connessione, puoi contattare il servizio clienti della VPN acquistata.

Servizi Gratis

Non vuoi spendere neanche pochi euro? Scarica il pacchetto di browser Tor: è un sistema assolutamente gratis, non deve essere configurato perchè si tratta appunto di un browser che ti rende anonimo quando ti connetti a internet. In pratica, l’informazione della tua posizione passa attraverso tanti ripetitori sparsi nel mondo, ecco perchè è possibile aggirare l’ostacolo del grande Firewall cinese. Ovviamente però, siccome i dati viaggiano su lunghe distanze, il browser carica un po’ lentamente.

Migliori offerte Adsl del momento