Come aprire un Apple Premium Reseller

C’è un solo negozio che sembra non conoscere la crisi: gli Apple Store sono sempre pieni di gente e i suoi prodotti continuano ad essere sulla cresta dell’onda, a dispetto di crisi e congiunture economiche negative. E forse, anche tu stai pensando di aprire un Apple Store.

Prima di tutto allora, occorre fare una distinzione. Esistono tre tipologie di “negozi Apple”: i primi, sono gli Apple Store, che però vengono aperti solo dalla stessa Apple a sua propria discrezione. Non é quindi possibile aprire un Apple Store in franchising. E’ possibile però aprire un negozio della seconda o terza tipologia: un Apple Premium Reseller o un Apple Reseller. Vediamo di che si tratta e come fare.

Gli Apple Premium Reseller sono dei negozi che offrono l’intera gamma di Mac, iPad, iPod e iPhone e una vasta gamma di software e accessori. Il personale é altamente qualificato e preparato da Apple, per cui possiede approfondita conoscenza dei prodotti, In questi negozi é possibile anche usufruire di sconti Education.

Gli Apple Reseller invece, sono dei normali negozi di informatica, spesso di piccole o medie dimensioni, che comprano la licenza per vendere prodotti Apple. In questo caso si tratta quindi di classici negozi e il personale potrebbe non essere preparatissimo in materia rispetto a un Apple Store o un Apple Premium Reseller.

Nel secondo caso, invece, si parla di normali negozi di informatica (solitamente di dimensioni medio-piccole) che possiedono la licenza per vendere prodotti e accessori Apple. Queste realtà potrebbero non essere fornitissime e non offrire un’assistenza puntuale e completa come quella degli Apple Store e degli Apple Premium Reseller.

Come aprire un Apple Premium Reseller o un Apple Reseller

La prima cosa da fare é contattare Apple Italia ai recapiti riportati alla pagina apple.com/it/contact/ e chiedere quindi un contatto per discutere dell’apertura del negozio. L’apertura di un Apple Premium Reseller, richiede una formazione completa, che sarà impartita direttamente da Apple, la quale, solo dopo essersi accertata della effettiva potenzialità e competenza dei soggetti può decidere di autorizzare l’utilizzo del proprio marchio.

Oltre all’aspetto formativo, chi ancora non possiede un negozio o un’attività, deve anche sbrigare tutte le altre formalità burocratiche e quindi aprire la partita IVA, iscriverla alla Camera di Commercio nel Registro delle Imprese e presentare al Comune la dichiarazione di inizio attività. Inoltre, una volta trovato il locale da adibire a negozio, occorre anche richiedere le varie autorizzazioni relative a sicurezza e agibilità dei locali.

Quanto si guadagna?

Il margine di guadagno sui prodotti Apple non é alto come si potrebbe pensare. Il guadagno infatti é pari a circa il 5%, questo probabilmente perchè Apple conosce bene l’appeal dei suoi prodotti e quindi considera già un valore la semplice concessione di utilizzo del marchio. Questo però, a meno che si abbiamo grossi volumi di vendita, potrebbe non essere necessario a garantire al reseller un fatturato sufficiente, ecco perchè nella maggior parte dei casi, bisogna attrezzarsi per offrire in negozio anche altri servizi che diano un valore aggiunto, come per esempio una perfetta assistenza tecnica in pre e post vendita, workshop ed eventi.

Migliori offerte Adsl del momento