Adsl durata contratto: disdetta prima della scadenza

La durata minima di un contratto ADSL e/o telefono, di solito va dai 12 ai 24 mesi. Grazie alla legge Bersani però, il consumatore ha diritto di chiedere la disdetta in ogni momento, quindi anche prima della scadenza e senza pagare penali. Purtroppo però, la disdetta non è sempre gratis.

Sebbene infatti non possano essere applicate penali, i vari gestori chiamano questi addebiti “costi di disattivazione” e comprendono le spese pratiche per la disattivazione del servizio, nonchè l’addebito di particolari sconti di cui il cliente ha usufruito. Vediamo di seguito la durata contrattuale prevista per i più importanti gestori ADSL e modalità, tempi e costi di disdetta.

Vodafone

La durata dei contratti ADSL con Vodafone Station é di 24 mesi, ma è possibile recedere dall’abbonamento in qualsiasi momento inviando alla compagnia una raccomandata A/R con preavviso di 30 giorni.

La lettera di disdetta anticipata del servizio, va inviata tramite raccomandata A/R all’indirizzo “Casella postale 109 – Asti – 14100″. L’operatore si riserva la facoltà di addebitare, in caso di disdetta anticipata rispetto alla scadenza, un importo pari a 60 euro per i costi di disattivazione sostenuti da Vodafone e un importo pari a 149 euro commisurato al valore della Vodafone Station, che quindi rimane di tua proprietà e non va restituita.

Infostrada

Se hai attivato un abbonamento Absolute ADSL o qualsiasi altro di Wind Infostrada, sappi che con questo operatore non sono previsti vincoli di durata minima del contratto. In caso di disattivazione, che il cliente può chiedere in qualsiasi momento, Infostrada applica un costo di disattivazione fino a 65 euro.

Per quanto riguarda invece il servizio di comodato o locazione degli apparati, è invece prevista una durata di 24 mesi. In caso di disdetta prima dei 24 mesi, é previsto l’acquisto dell’apparato ai seguenti costi:

– 40 euro per modem, router, cordless, modem Voce Wi-fi;
– 60 euro per la chiavetta USB.

Telecom Italia

Con Telecom Italia il contratto é a tempo indeterminato, fermo restando per il cliente la possibilità di recedere in qualsiasi momento, tramite raccomandata A/R all’indirizzo indicato nel Conto Telecom Italia oppure al Servizio Clienti “187”. I costi di disattivazione sono pari a euro 35,18.

A questo link invece tutte le informazioni su come restituire il modem a noleggio Telecom.

Fastweb

http://www.fastweb.it/adsl-fibra-ottica/trasparenza-e-privacy/

Con Fastweb non è prevista una specifica durata contrattuale: il cliente può recedere in ogni momento. La disdetta può essere richiesta scaricando e compilando il modulo presente in MyFASTPage da inviare con preavviso di 30 giorni secondo le modalità indicate nel modulo stesso. I costi di disattivazione variano a seconda della tipologia di disdetta (rientro in Telecom o meno) e del titolo di possesso del modem e sono:

Le apparecchiature possedute a titolo di comodato d’uso o a noleggio vanno essere restituite a FASTWEB entro 45 giorni dalla cessazione del servizio. Dopo la disattivazione, Fastweb invia al cliente, tramite email/sms, i dettagli sulle modalità di spedizione gratuita tramite Poste Italiane.

Tiscali

Anche con Tiscali, di solito, la durata contrattuale si intende a tempo indeterminato, tuttavia, possono essere previste particolari condizioni di durata per specifiche promozioni o offerte. Rimane ferma per il cliente la possibilità di recedere in qualsiasi momento, da comunicarsi tramite raccomandata A/R con preavviso di 30 giorni. I costi di disattivazione sono fissi e pari a 49 euro.

Le apparecchiature in noleggio o comodato d’uso devono essere restituite a Tiscali. In caso di mancata restituzione, il cliente dovrà pagarne il costo previsto sul sito www.tiscali.it.

Migliori offerte Adsl del momento