Come sapere se Android è rootato

“Come faccio a sapere se il mio Android è rootato?”. Se ti stai ponendo questa domanda, é perchè probabilmente hai acquistato uno smartphone Android usato e, non essendo ancora un esperto in materia, vorresti trovare un modo per verificare con assoluta certezza se su quel dispositivo è stato effettuato il root.

Cos’è il root? Bisogna partire dal presupposto che, sebbene Android offra moltissime possibilità di personalizzazione, installando e disinstallando app a piacimento, chi vuole sfruttare e personalizzare al massimo il proprio device, ricorre al root, ossia allo “sblocco” del dispositivo, che permette quindi di andare a modificare a fondo il sistema.

I permessi di root, in gergo, vengono anche chiamati “vantaggi” o “privilegi” di root, volti proprio a sottolineare la possibilità, per chi possiede un dispositivo rootato, di installare e personalizzare al massimo il proprio smartphone o tablet. Ma come capire se il proprio cellulare o tablet è stato rootato?

Come sapere se Android è rootato

Puoi fare due tipi di verifiche:

1. Vai nelle applicazioni installate e verifica la presenza di “Superuser”: se c’è, significa che il telefono è rootato.

2. Attraverso un’applicazione del tutto gratis, puoi verificare la presenza del root. L’app si chiama Root Checker ed è scaricabile gratis dal Play Google Store. Dopo averla scaricata e installata, non devi fare altro che avviarla e, nella schermata che appare, cliccare su Check Now.

Il sistema avvierà la verifica e dopo alcuni istanti avrai il responso: su Status potrà apparire la scritta Not Rooted o Rooted. Oltre alla eventuale presenza del root, l’app fornirà informazioni in merito anche al nome del device, la versione Android installata e livello API, la versione di SuperUser, BusyBox e SU e altre info.

Migliori offerte Adsl del momento