Come contestare velocità adsl

Nonostante le promesse della pubblicità in TV oppure dell’operatrice telemarketing che ci ha chiamato a casa qualche tempo fa, i disservizi della nostra linea ADSL iniziano a essere davvero scoccianti. Soprattutto, la velocità sembra essere decisamente inferiore a quella strombazzata nella pubblicità.

Sarà davvero un 10, 20, 100 Mega? E nel caso in cui la velocità non fosse quella prevista, come si può contestare al proprio gestore internet? Connessioni troppo lente e malfunzionamenti: purtroppo l’Italia é uno dei Paesi europei più indietro in materia di velocità della connessione. Ma difendere i propri diritti si può: vediamo come.

L’Agcom (Autorità garante delle comunicazione) ha realizzato iun piccolo software che permette di misurare in maniera “ufficiale” la velocità della nostra linea ADSL. Il programma deve essere installato sul proprio pc e va fatto “lavorare” per un paio di giorni, 24 ore su 24. A questo punto rilascia un certificato, che si può stampare e inviare con raccomandata A/R al proprio operatore, per chiedere il ripristino del servizio nei termini contrattuali e, in caso di esito negativo, la disdetta senza penali. Il software si chiama Ne.Me.Sys e permette di misurare in maniera precisa e legale la velocità in download/upload della propria linea ADSL.

Se per esempio nel nostro contratto é previsto un mino di 2 Mega e fino a un massimo di 10 Mega, se Nemesys misura un’ADSL a 3 Mega, non possiamo fare niente. Se invece Nemesys misura una velocità di 1 Mega, possiamo inviare una raccomandata A/R (qui puoi scaricare un modello di lettera di contestazione) contestando la velocità ADSL, ossia chiedendone una tempestiva risoluzione e allegando come prova il pdf stampato dal programma di misurazione Nemesys. Generalmente con questo metodo l’operatore risolve il problema.

In questo video un tutorial su come funziona e come usare Nemesys.

Migliori offerte Adsl del momento