Cosa serve per fare un abbonamento Vodafone

Il nuovo iPhone 5S ci ha colpito in pieno e vorremmo acquistarlo? Oppure ci piace di più il coloratissimo iPhone 5 C, che si diceva sarebbe stato economico, ma di low cost in realtà ne ha ben poco? Quando vogliamo acquistare uno smartphone top di gamma infatti, si pone il problema se comprarlo con ricaricabile, a prezzo pieno, oppure con un abbonamento, che ci permette di dilazionare il costo in rate da pagare mensilmente.

Cosa serve per fare un abbonamento Vodafone per comprare uno smartphone, l’iPhone per esempio? Conviene fare un abbonamento oppure é meglio fare uno sforzo e prendere una ricaricabile a prezzo pieno? Cerchiamo di analizzare la situazione e dare una risposta alle nostre domande.

Come funzionano gli abbonamenti Vodafone? Gli abbonamenti in genere si fanno con carta di credito (non é possibile farli su una carta prepagata, deve avere i numeri in rilievo). È possibile farli anche su conto corrente (Bancario o postale), e a volte, tramite bollettino postale, anche se Vodafone spinge maggiormente le prime due possibilità perchè si tratta di un metodo di pagamento che é più sicuro per la compagnia telefonica.

In pratica quindi, noi diamo gli estremi della carta di credito o del conto corrente e ogni mese ci vegono addebitate le rate corrispondenti, in maniera automatica, fino alla scadenza. Di solito gli abbonamenti Vodafone duranto 24 o 30 mesi (in base all’offerta e al cellulare scelto) e prevedono anche la possibilità di attivare un’opzione per chiamate, messaggi e internet.

È meglio acquistare con ricaricabile o con abbonamento? Il discorso cambia in base alle esigenze. Se sappiamo di utilizzare molto il telefono per chiamare, messaggiare e internet, probabilmente un abbonamento può risultare conveniente. Ma se preferiamo tenere sotto controllo la spesa e nonvogliamo vincoli, probabilmente la ricaricabile fa per noi. Anche se, ci toccherà acquistare lo smartphone a prezzo pieno!

Migliori offerte Adsl del momento