Come manomettere un cellulare

I motivi per cui si possa desiderare rompere un cellulare non sono poi così tanti: si parte dal ragazzino viziato a cui il papà non vuole comprare il telefonino nuovo, perchè giustamente preferisce aspettare che l’attuale non funzioni più, alla persona che desidera manometterlo perchè intende buttarlo e vuole danneggiarlo completamente, per evitare che qualcuno, accendendolo o hackerandolo, possa recuperarne dati sensibili.

Se fai parte della prima categoria, ti invitiamo a pensare a quanti sacrifici fanno i tuoi genitori per regalarti il cellulare che ora possiedi e a dedicarti ad altro. Nel secondo caso invece, non possiamo fare altro che aiutarti, visto che in effetti al giorno d’oggi la prudenza non é mai troppa e una volta che si vuole buttare un telefono, é meglio danneggiarlo irrimediabilmente, per evitare che malintenzionati ne entrino in possesso.

Come manomettere un cellulare

Di metodi per rompere un cellulare senza lasciare traccia e senza spaccarlo ce ne sono tanti.

1. Smonta il telefono, togliendo le viti e rompi qualche filo o contatto.
2. Fagli fare un bel bagno, magari nella lavatrice.
3. Mettilo nel freezer per una notte. Il telefono non riuscirà a resistere a queste temperature, si romperà all’interno dei suoi componenti e non funzionerà più.

Questi tre metodi funzionano ovviamente con tutti i tipi di cellulari: Android, iPhone, Nokia, Samsung, LG. Il telefono si romperà definitivamente e non potrà più essere utilizzato.

Migliori offerte Adsl del momento