Come rendere SD memoria principale Android

Il tuo telefono o tablet Android é di fascia medio bassa e quindi la memoria interna non é molto generosa? Fortunatamente c’è lo slot per micro SD, che ti salva da sovraccarichi della memoria interna. Purtroppo però, molte app, foto o documenti, vengono prima salvati sulla memoria interna del telefono e poi, per spostarli alla SD, devi fare un’ulteriore operazione di spostamento.

Per evitare di dover spostare ogni volta file, app o documenti, puoi rendere la scheda SD come memoria principale del tuo smartphone o tablet Android, in questo modo risparmierai lo spazio del telefono. Impostare la SD come principale é abbastanza semplice, non occorre essere provetti informatici, a condizione di seguire scrupolosamente i passi e i consigli di questa guida!

Premessa:

1. Non è necessario avere il telefono rootato. La guida funziona anche su device senza root.

2. La guida é stata testata su device di fascia bassa (che hanno massimo 2 GB di ROM), per i quali si può rendere necessario impostare la memoria SD come principale. Sconsigliamo di testare la guida su device che già dispongono di una importante memoria interna (Samsung Galxy S5, Note, etc.). I telefoni che hanno Android 4.0, hanno solitamente più di 2 GB di ROM, per cui su questi telefoni è meglio non impostare la SD come primaria.

3. Prima di iniziare, é meglio fare una formattazione della SD con il computer, per pulirla a fondo.

Come rendere SD memoria principale Android: guida passo per passo

1. Abilita l’USB debugging sul tuo cellulare o tablet: segui questo percorso: Impostazioni > Applicazioni > Sviluppo e se già non c’è, spunta la voce “Debug USB“. Questa opzione di permetterà di gestire liberamente il tuo smartphone dal pc, settando alcune impostazioni che solitamente sono disponibili solo per gli sviluppatori. Alla fine del procedimento quindi, puoi tornare su questo percorso e togliere la spunta.

2. Ora collega il device al pc tramite cavetto USB. Collegalo senza impostare nulla (quindi senza impostarlo come archivio di massa, per trasferimento etc, ma semplicemente collegalo in modalità ricarica collegato al PC).

3. Installa Android SDK sul pc (la guida é stata eseguita su pc Windows 7, per cui non si garantisce l’efficacia su altri sistemi operativi). Android SDK é un tool rilasciato ufficialmente da Google e che permette di sviluppare app per Android. In questo caso SDK ci servirà solo per scaricare e installare un altro piccolo tool aggiuntivo. Android SDK può essere scaricato gratis da qui. Scarica la versione per Windows e, una volta scaricata, scompatta il file sul computer e vedrai due cartelle “Eclipse” e “SDK”. La prima non serve, serve solo la seconda.

3. Ora sul tuo pc vai nella cartella appena Estratta chiamata “adt-bundle-windows”, apri quindi la cartella” SDK”, ora vai nella cartella “platform-tools” e, premendo SHIFT fai un click col tasto destro del mouse, ossia sulla cartella “platform-tools”. Seleziona “Apri finestra di comando qui” e ti ritroverai nel nel prompt dei comandi.

4. Digita questi due comandi:

adb services INVIO
adb shell pm setInstallLocation 2 INVIO

Fatto: ora la tua micro SD è stata impostata come memoria principale. Se quindi scaricherai e installerai applicazioni, andranno nella SD e non nella memoria interna del device.

NB; alcuni device Samsung non vengono riconosciuti dai pc Windows, perchè non hanno driver compatibili. Se è il tuo caso, scarica Samsung Kies e vedrai che finalmente il tuo pc troverà il device!

Migliori offerte Adsl del momento