CarPlay Apple come funziona

Chi intende comprare una nuova auto Hyundai, Mercedes-Benz, Volvo, Ferrari, oppure Honda, presto potrebbe trovare sul cruscotto uno schermo con cuore Apple. Queste sono infatti le case automobilistiche che hanno già dato il via alla produzione di auto con a bordo il sistema Apple CarPlay, mentre altre tredici, da BMW a Toyota a Ford, ancora non hanno fornito date precise, ma hanno espresso comunque il loro interessamento.

CarPlay é un sistema sviluppato dalla casa si Cupertino, che porterà i comandi e le funzioni principali di iOS anche sulle automobili: l’interfaccia è comune, le funzioni ricalcano quelle di IOS: c’è Siri che é sempre pronta a ricevere comandi, per fare telefonate, dettare sms o fare ricerche e, ovviamente il tutto é integrato con il sistema delle mappe per trovare luoghi e destinazioni. E chi vuole comprare quella specifica auto ma non ama il sistema operativo della Melamorsa?

Non tutti amano iOS. C’è chi preferisce Android, chi Windows Phone. Ecco perchè CarPlay é stato sviluppato tenendo conto anche delle tendenze della concorrenza e qualche idea e somiglianza in comune con questi sistemi operativi c’è.

Bisogna necessariamente comprare un’auto nuova per avere Carplay? CarPlay sarà già installato su alcuni modelli di auto dal 2014, ma il sistema é compatibile anche con modelli più datati e quindi chi possiede specifici autoradio (con ampi display), con una spesa di circa 400 euro, può portare Carplay anche sulla propria vettura, La prima casa produttrice di autoradio a portare CarPlay sulle proprie autoradio é stata infatti Pioneer che, utilizzando gli ampi display LCD a scomparsa dei propri autoradio, ha portato CarPlay a bordo, anche se al momento la compatibilità é prevista solo per autoradio più recenti.

Per scoprire i vantaggi di CarPlay e come usarlo per dialogare con la strumentazione di bordo della propria autovettura, ecco un video spot, firmato Volvo.

Migliori offerte Adsl del momento