Come conoscere scadenza sim Postemobile

Hai appena trovato nel cassetto o nel portafoglio, una vecchia sim Postemobile che avevi dimenticato? Stai pensando che potresti riutilizzarla, ma ti chiedi se non sia già scaduta e quindi disattivata? Hai quindi provato subito a inserirla in un cellulare e hai verificato che la sim é ancora attiva. Però, visto che non ricordi quando hai effettuato l’ultima ricarica, potrebbe scadere e disattivarsi da un giorno all’altro.

Ti stai quindi chiedendo come conoscere la scadenza della sim Postemobile e sapere quindi quando potrebbe essere disattivata? Vedere a quando risale l’ultima ricarica sulla tua sim é semplice: leggi i passi di questa guida e, oltre alla procedura per controllare la scadenza, troverai tante altre informazioni utili per la tua scheda sim.

È possibile verificare la data dell’ultima ricarica e quindi la scadenza della sim, contattando il numero gratuito 160 oppure direttamente dalla propria area personale del sito postemobile.it (occorre ovviamente registrarsi con i dati propri e della sim).

Una volta conosciuta la data dell’ultima ricarica fatta, i conti sono presto fatti: dopo l’ultima ricarica, la sim sarà attiva per 12 mesi consecutivi, dopodichè, negli ulteriori 30 giorni, potrà solo ricevere telefonate voce, sms, mms, ma non effettuare chiamate o mandare messaggi o MMS (quindi la durata, dopo l’ultima ricarica, é di 12 + 1 mese). Scaduto tale termine in assenza di ricariche, la sim sarà resa inattiva. Se avevi associato la scheda sim a una Postepay o a un conto corrente Bancoposta, potrai riabbinarli a un nuovo numero Postepay.

Ricorda che puoi rinnovare la ricarica grazie al servizio Semplifica (disponibile per i clienti che hanno abbinato una carta Postepay o Bancoposta alla sim) anche con una ricarica di un solo euro, addebitando l’importo di 1 euro alla carta Postepay o al conto corrente abbinato. Il servizio di ricarica di 1 euro é gratuito (non sono previsti costi per l’operazione di ricarica).

Migliori offerte Adsl del momento