Come passare da abbonamento a ricaricabile Wind

Ti sei reso conto che non ti serve un abbonamento, che la tassa di concessione governativa é un peso e quindi, vorresti chiedere il passaggio da abbonamento a ricaricabile della tua sim Wind, mantenendo ovviamente il tuo numero di telefono. In questo caso si tratta di MNP (meglio conosciuta come portabilità) di conversione da contratto in abbonamento a semplice scheda sim prepagata.

Quanto costa il passaggio e soprattutto, come passare da abbonamento a ricaricabile? E se la sim di cui vuoi chiedere il passaggio, é una scheda aziendale (quindi intestata a partita IVA), è possibile fare la richiesta? Nella guida di seguito troverai risposta a tutte le tue domande.

Per cambiare la propria sim da abbonamento a ricaricabile (sia di clienti consumer che business con partita IVA), occorre recarsi presso un centro Wind (non é possibile fare la richiesta online), muniti di documento di identità, codice fiscale e della scheda che si vuol passare a prepagata. In negozio si occuperanno di fare la disdetta dell’abbonamento e ti consegneranno una nuova sim che, entro 48 ore dalla disattivazione dell’abbonamento, prenderà il tuo vecchio numero di telefono. Le opzioni e i servizi già attivi sulla SIM in abbonamento verranno automaticamente attivati sulla SIM ricaricabile (se compatibili).

Quando costa passare da abbonamento a ricaricabile Wind? La conversione ha un costo di 10 euro, da pagare in negozio al momento della richiesta. Ricorda inoltre che, se il tuo abbonamento prevedeva un telefono incluso per 24/30 mesi (a seconda del telefono scelto), ti sarà addebitata nell’ultima fattura anche la somma delle rate residue.

Migliori offerte Adsl del momento