Come overcloccare Android

Rallentamenti, blocchi, impallamenti, riavvi improvvisi nel momento meno opportuno: dopo un po’ di tempo il tuo smartphone Android inizia a fare i capricci. In realtà sul tuo cellulare nulla é cambiato. Quello che é cambiato sei probabilmente tu: sei diventato talmente esperto e user friendly della tecnologia smartphone, e la CPU del tuo processore, che é ferma magari a 1,5 GHz, non ti basta più.

Come overcloccare Android e aumentare il valore della CPU, per esempio, da 1.5 GHz a 2 GHz? Non serve essere esperti informatici: puoi farlo anche tu! Vedrai che sarà più semplice a farsi che a dirsi: segui attentamente i passi di questa guida e scoprirai che l’overclock del tuo telefonino é un gioco da ragazzi e potrai finalmente dire addio ai fastidiosissimi rallentamenti e blocchi.

1. Scarica Seeder dal forum ufficiale di XDA (download seeder apk), si tratta di un’applicazione gratis che darà maggiore fluidità al sistema del tuo device. Una volta scaricata l’app, installala sul telefono. Per farlo, copia il file scaricato prima nella memoria del cellulare e da qui, tramite il gestore dei file, avvia l’installazione con un tap. Finito il processo avvia l’applicazione.

2. Nella parte bassa dell’app potrai notare la barra che indica la quantità di entropia generata, ossia il totale dei processi e servizi in esecuzione sul device, non ottimizzati e che rallentano il sistema. Imposta quindi il profilo su Lowe spuntando tutte e tre le caselle disponibili.

3. Adesso, per aumentare i valori della CPU, é necessario sbloccare il booloader e installare una recovery modificata per poter installare applicazioni aggiuntive (su internet puoi trovare tante guide su come sbloccare il bootloader su Android). Dopodichè, per eseguire l’overclock, dorai scaricare SetCPU dal Play Google Store (prima era gratis, adesso costa 1.49 euro). Clicca su Download, scaricala e installala sul tuo device. Al termine della procedura, avvia l’app: le pagine delle impostazioni si scorrono facendo scorrere la schermata a destra o sinistra. Nella pagina Main imposta 2160 MHz nella sezione della frequenza massima e 810 MHz nella sezione della frequenza minima. Spunta Set on Boot. Rimani nella pagina Main e in basso a sinistra scegli  l’impostazione Ondemand, mentre a destra seleziona Sio.

Fatto! In questo modo, agendo su questi parametri, avrai overcloccato il tuo smartphone Android, migliorando la gestione della potenza durante l’uso quotidiano e rendendo il tuo device più veloce e reattivo in qualsiasi situazione. È consigliabile fare l’overclock della CPU di al massimo 0,5 Ghz rispetto a quella nativa.

Anche se nel post é già stato chiarito, precisiamo ancora che applicazione SetCPU può essere utilizzata solo su device rootati.

Migliori offerte Adsl del momento