Chiudere e terminare le applicazioni Android

Adesso siamo proprio stanchi: non solo sul pc siamo costretti a sopportare blocchi improvvisi, anche il cellulare inizia a dare qualche problemino: quella applicazione non ne vuole sapere nulla di chiudersi e togliere il disturbo. Abbiamo provato in tutti i modi a spegnerla, a bloccarla ma sembra proprio impossibile. Ora è addirittura scomparsa, sembra non ci sia più, ma il nostro sesto senso ci avvisa che è ancora in background.

Colpa di Android? No, è colpa nostra che non sappiamo come funziona. Ma possiamo facilmente rimediare: in questa guida vedremo i passi necessari per chiudere e terminare le applicazioni Android definitivamente in modo facile e preciso.

Android, rispetto ad altri sistemi operativi mobili come Apple iOs e Nokia Symbian, gestisce le applicazioni aperte in una maniera completamente diversa. I tecnici di Google infatti non hanno previsto, almeno per il momento, la presenza di un pulsante specifico per chiudere e terminare manualmente i vari programmi aperti, come invece avviene per esempio su iOS. La gestione delle app, e di conseguenza della memoria RAM, avviene in maniera completamente automatica.

In parole povere, Android è in grado di analizzare quali sono le applicazioni in background che consumano più risorse e di chiuderle quando necessario, ovvero quando l’utente non le utilizza più. Immaginiamo per esempio l’apertura dell’app Calcolatrice e di Google Maps. Quest’ultima occupa molta più memoria RAM, quindi sarà la prima a essere chiusa automaticamente. Le applicazioni invece che danno più noia per la chiusura sono quelle che si sincronizzano con server esterni come facebook, twitter, gmail, ecc.

Tuttavia è possibile terminare le applicazioni Android anche in maniera manuale: apriamo la scheda Applicazioni, scegliamo Impostazioni e quindi Gestici Applicazioni. In questa schermata abbiamo l’elenco completo delle app attualmente in esecuzione. Per chiudere una di esse, selezioniamola e tocchiamo l’opzione Termina. Con un semplice riavvio del terminale possiamo anche chiudere tutte le applicazioni in un colpo solo.

In alternativa, possiamo installare l’app gratuita Watchdog Task Manager Lite, grazie alla quale possiamo avere una panoramica completa di tutti i processi in esecuzione e avere un’analisi accurata di quali sono le app che consumano più RAM e potenza del processore. Si tratta di un ottimo strumento per capire quali sono i programmi che rallentano di più il nostro smartphone.

Il funzionamento è molto semplice come è possibile vedere.

Migliori offerte Adsl del momento