Cosa succede se non pago l’abbonamento Vodafone

In questo periodo di crisi ci stanno arrivando molte email di richiesta: “Cosa succede se non pago l’abbonamento Vodafone”? Abbiamo quindi deciso di dedicare un intero articolo all’argomento e chiarire che, in caso di impossibilità a pagare l’abbonamento o la bolletta, la cosa da fare é inviare lettera di disdetta, regolando e chiudendo i conti con Vodafone, o qualsiasi altra compagnia.

Se infatti abbiamo attivo un abbonamento, per esempio di quelli con smartphone compreso e con pagamento attraverso carta di credito o con addebito su conto corrente, allo scadere del mese il canone ci sarà comunque addebitato, sulla carta di credito o sul conto. Se non c’è denaro sul conto, la banca addebiterà comunque il canone dell’abbonamento Vodafone e quindi il conto corrente andrà in rosso.

Se pensiamo di fare i furbi, ovvero chiudere il conto corrente o disdire la carta (oppure la carta sta per scadere), Vodafone non solo ci bloccherà la linea, ma ci invierà anche di regolare i conti, magari prima con un avviso bonario, dopodichè con un’ingiunzione di pagamento. L’ingiunzione di pagamento non é più la semplice letterina di Vodafone che ci invita a pagare, ma é l’intimazione a pagare che viene recapitata dall’ufficiale giudiziario.

Se ci opponiamo ancora al pagamento potrebbe essere avviata nei nostri confronti una procedura di recupero crediti, con conseguente pignoramento dei beni. La cosa migliore quindi, se non vogliamo più essere clienti di una compagnia, é quella di fare apposita richiesta di disdetta dell’abbonamento, pagando le eventuali penali e le rate del telefono restanti in una unica soluzione.

Migliori offerte Adsl del momento