Cosa significa portabilità del numero

Una promoter ci ha proposto la portabilità del numero, ma noi, impacciati, abbiamo risposto di no, non perchè non fossimo interessati, ma perchè semplicemente, non sapevamo neanche… cosa significasse! Cosa significa portabilità del numero, cosa vuole dire e a cosa serve?

La portabilità del numero, non é altro che il passaggio del numero a un altro gestore diverso dal nostro. Per esempio: abbiamo una scheda Tim e vogliamo passare a Vodafone? Dobbiamo fare richiesta di portabilità: in pratica passeremo a Vodafone senza cambiare numero di telefono. Il numero rimarrà sempre quello, ma ciò che cambierà sarà il gestore. Come funziona la portabilità? Come richiederla?

La portabilità va richiesta direttamente al nuovo gestore. Nell’esempio di prima, se vogliamo passare da Tim a Vodafone, non dobbiamo fare altro che recarci presso un centro Vodafone, muniti di carta di identità, di codice fiscale e della sim che intendiamo passare a Vodafone.

In negozio faremo richiesta di portabilità, firmeremo alcuni documenti e ci sarà consegnata una nuova sim Vodafone (al costo di 10 euro). Questa sim ha un nuovo numero provvisorio, che potremo iniziare a usare quasi da subito (entro 48 ore). Entro una settimana la nostra sim Tim sarà disattivata (a schermo comparirà la scritta: sim non registrata). In quel momento capiremo che la sim non funziona più e che il numero é passato sulla sim nuova. Da quel momento quindi potremo cestinare la sim Tim e usare quella Vodafone, con lo stesso numero.

Attenzione: la portabilità fa perdere tutti i dati memorizzati sulla sim. Prima di fare la portabilità quindi, è bene memorizzare i dati (sms, contatti della rubrica, foto, video, musica, ecc.) sulla memoria del telefono o su una memoria di massa esterna, per evitare che vadano persi.

Migliori offerte Adsl del momento