Come fare la portabilità del numero

Il nostro operatore telefonico non soddisfa più le nostre esigenze e abbiamo deciso di cambiare compagnia telefonica, ma senza cambiare numero di telefono? Ovviamente é possibile! Anche perchè, come é facile immaginare, la maggior parte delle persone preferisce mantenere il proprio numero di cellulare, evitando così di doverne dare uno completamente nuovo ad amici, parenti e colleghi. L’operazione di passaggio da un operatore all’altro senza la modifica del numero si chiama “portabilità”.

Come fare la portabilità del numero? Fare la portabilità di un numero di cellulare é semplicissimo. Se abbiamo una sim ricaricabile, basta recarsi presso un centro autorizzato del nuovo gestore di cui desideriamo diventare clienti (Tim, Vodafone, Wind, 3, etc.).

In negozio ricordiamo di portare con noi la sim che vogliamo passare al nuovo gestore, un documento di riconoscimento in corso di validità e il codice fiscale. Il negoziante ci farà la fotocopia dei documenti e ci rilascerà una nuova sim con un nuovo numero, che sarà attivo entro 48 ore. Trascorse queste 48 ore, occorrerà attendere altre 48/72 ore affinchè il nuovo numero si “trasformi” nel vecchio numero.

Noi quindi possiamo continuare ad utilizzare la sim vecchia. Appena si disattiva (a schermo uscirà la scritta: rete non disponibile o sim non registrata), significa che la portabilità é andata a buon fine. A quel punto possiamo prendere la scheda nuova, inserirla nel cellulare  e verificare che effettivamente il passaggio sia avvenuto e il numero sia sempre quello. La vecchia sim può essere cestinata.

Quando facciamo richiesta di portabilità, possiamo chiedere anche il trasferimento del credito residuo da un gestore all’altro. Esso verrà trasferito sulla nuova sim sotto forma di ricarica, solitamente entro 8 giorni dall’avvenuta portabilità. Il servizio di trasferimento credito ha un costo: per Tim, Vodafone e Wind é pari a 1,5 euro mentre per Tre Italia è pari 1,6 euro.

Migliori offerte Adsl del momento