Come pagare Whatsapp

Come pagare Whatsapp? Come sappiamo, se siamo utenti Android, Whatsapp é gratis solo per il primo anno, dopodichè, alla scadenza, per rinnovare Whatsapp bisogna pagare 0.89 dollari, che tradotti in euro, sono circa 70/80 centesimi. Per continuare a usare Whatsapp, si paga questa somma ogni anno. Gli utenti iPhone invece, pagano 0,89 euro solo al momento del download e poi nulla più.

Senza stare a discutere su questa “discriminazione” e sulle motivazioni che ci sono alla base, andiamo subito al lato pratico: come si paga Whatsapp? Si può pagare con paypal, con credito telefonico, con carta postepay? Oppure é necessaria una carta di credito? Vediamo insieme quali sono i metodi di pagamento previsti e come rinnovare l’abbonamento.

Al momento si può pagare solo tramite Paypal o Google Wallet, quindi niente pagamenti tramite credito telefonico. Per attivare Paypal é occorre collegare una carta di credito (va benissimo anche una carta prepagata postepay). La postepay può essere acquistata presso qualsiasi ufficio postale, costa 10 euro e può subito essere collegata al nostro conto paypal o a google wallet. Sia Paypal che Google Wallet sono due metodi di pagamento online, sono sicuri e semplici da usare. Vediamo ora come rinnovare Whatsapp.

Apriamo Whatsapp, facciamo tap sul tasto sinistro, poi andiamo su Impostazioni > Account > Pagamento. Si aprirà una pagina indicante la scadenza della licenza Whatsapp e le modalità di rinnovo: Paypal o Google Wallet. È possibile anche pagare la licenza per due o tre anni e togliersi il pensiero. Clicchiamo sul metodo di pagamento desiderato e in pochi istanti avremo rinnovato l’abbonamento. Chi non possiede nessuno di questi due metodi di pagamenti, può registrarsi a questo link su Paypal, mentre su questo a Google Wallet.

Articolo pubblicato in Settimocell » Guide » Guide cellulari e tablet

Commenti