Come alleggerire Android

Uno smartphone lento é un vero stress: i secondi sembrano ore, lo smartphone si impalla proprio sul più bello e le applicazioni non girano come dovrebbero. La storia é sempre la stessa: probabilmente abbiamo riempito talmente il nostro smartphone, che ora fatica ad ingranare! La memoria del telefono infatti, non é infinita e, come avviene per i computer, quante più cose ci installiamo, tanto più il sistema rallenta.

Come alleggerire Android e velocizzare il sistema? Dobbiamo innanzitutto liberare la memoria RAM. Pulire la RAM é davvero semplice: in questa guida vedremo come alleggerire Android non solo tramite una migliore gestione della RAM, ma anche attraverso altre piccole attenzioni, che sicuramente non faranno altro che giovare al nostro piccolo o grande androide.

Migliore gestione della RAM. Se le applicazioni non vengono chiuse, continuano a girare e quindi occupano RAM. Alcune applicazioni potrebbero rimanere aperte anche se non le stiamo usando. Per chiuderle dobbiamo andare in impostazioni -> applicazioni -> cliccare sull’app da chiudere e terminare il processo.

Se vogliamo qualcosa di ancora più semplice, possiamo installare un Task Killer, una tipologia di applicazioni (ce ne sono più di una in giro) che permettono di terminare qualsiasi app in background. Tra le più diffuse abbiamo “Advanced Task Killer” oppure Easy Task Killer Advanced”, il download é gratis direttamente dal Google Play Store. Scarichiamo e installiamone una delle due: ci permetterà di chiudere chiudere le app che non utilizziamo.

Pulizia generale: anche gli smartphone, come i computer, ogni tanto hanno bisogno di una bella pulizia: file indesiderati, cronologia, cache, file temporanei processi, di sistema inutili, non fanno altro che appesantire il sistema incidendo negativamente sulle prestazioni generali del sistema. Il risultato: uno smartphone lento come una lumaca. Facciamo una bella pulizia con Android System Cleaner, altra app disponibile su Google Play Store, gratis, che permette di pulire: history chiamate, cache, cronologia browser, processi di sistema, ricerche su Google e Google Maps.

Mai antivirus! Chi utilizza Linux sul pc lo sa bene: é un OS open source che non ha bisogno di antivirus. Ebbene si, forse ci sembrerà incredibile, ma é così. I virus attaccano facilmente Windows, ma non Linux. Android é basato su Linux e quindi non ha bisogno di antivirus. Se sul nostro smartphone o tablet ne abbiamo installato uno, disinstalliamolo subito e libereremo un bel po’ di RAM: i virus non attaccano mai Android.

Applicazioni pre-installate: se non ci servono, che le teniamo a fare? Eliminiamo le app che non utilizziamo mai. Alcune app preinstallate potrebbero essere un po’ “dure” alla disinstallazione. Può aiutarci  “Root Explorer” disponibile sempre sul Google Play Store. Scarichiamolo e installiamolo, entriamo nella cartella system -> app e clicchiamo sul “Mount R/O”… adesso premiamo sull’icona di un app e scegliamo elimina. Alla fine eliminiamo anche Root Explorer: ha fatto il suo dovere e non ci serve più.

Dati, GPS, bluetooth: le operazioni di scambio dati tra satelliti e device sono pesanti, anche in background. Se non li stiamo utilizzando, disattiviamo i servizi di dati mobili, di geolocalizzazione GPS e il bluetooth.

Da tutto questo ne trarrà vantaggio anche la batteria, che durerà di più.

Migliori offerte Adsl del momento