Modulo risarcimento ritardo portabilità Tim

Abbiamo fatto richiesta di portabilità ma il nostro numero continua ad appartenere al vecchio gestore? Allora possiamo richiedere il risarcimento dei danni per mancata/ritardata portabilità. L’autorità garante ha infatti stabilito l’obbligo di risarcire i danni causati al cliente in caso di ritardo nella conclusione del processo di MNP, che deve avvenire entro due giorni lavorativi.

In caso contrario, se l’attesa dura più di due giorni, Telecom é tenuta, su richiesta del cliente, a risarcire il ritardo della portabilità del numero. È previsto un indennizzo pari a 2,5 euro per ogni giorni lavorativo di ritardo, fino ad un massimo di 50 euro. Il compunto dei giorni in questo caso, comprende anche i primi due.

Rimborso per ritardo portabilità

La richiesta di indennizzo va fatta dal cliente, il rimborso non é infatti automatico, ma avviene su specifica richiesta dell’utente. Occorre inviare a Telecom il seguente modulo, stampato e debitamente compilato, al numero di fax 800.600.119.

L’indennizzo viene corrisposto da Telecom attraverso due modalità:

– per le sim ricaricabili, Tim eroga direttamente sulla scheda sim, un bonus di credito pari all’importo dell’indennizzo. Il credito viene erogato entro 30 giorni dalla ricezione del modulo di richiesta.

– per le sim in abbonamento, Tim accredita l’importo totale nella prima fattura successiva ai 30 giorni dalla ricezione della domanda.

Migliori offerte Adsl del momento