Cos’è un phablet e come funziona

Prima esistevano solo i telefonini o cellulari, poi abbiamo dovuto iniziare a destreggiarci con gli smartphone, dopo ancora con i tablet. Poi sono arrivati gli “ibridi”, un misto tra smartphone e tablet. Vogliamo dimenticare gli ebook reader? Certo che no. E alla lista si aggiunge ora un’altra tipologia di device, tutta nuova, forse: i phablet. Cos’è un phablet e come funziona?

Innanzitutto cerchiamo di capirne l’etimologia, il significato. La parola nasce dalla fusione di smartphone e tablet e il primo dispositivo di questo genere é stato il Dell Streak, rilasciato neanche troppo tempo fa, esattamente il 4 giugno 2010. Il termine phablet é quindi generico (anche se in passato LG Electronics ha fatto domanda per registrare come marchio il termine Phablet). Cosa fa questo dispositivo? Cosa lo distingue da uno smartphone e un tablet? Ecco le differenze!

 

Cos’è un phablet e come funziona

Il phablet é un dispositivo che prende qualcosa dagli smartphone e qualcosa dai tablet, e in più ci aggiunge qualche caratteristica propria. Solitamente si tratta di dispositivi touchscreen con display dai 5 pollici in su (massimo 7 pollici) e che uniscono le funzionalità di un smartphone e di un mini tablet.

Quindi più grande di uno smartphone e più piccolo di un tablet, ottimo per scattare foto, registrare e vedere video, navigare e scrivere. Sì, perché un’altra caratteristica che definisce un phablet è la presenza di un pennino che permette di scrivere direttamente sul touchscreen. Tra le aziende produttrici di phablet ci sono al momento, oltre a LG, anche HTC e Samsung.

Migliori offerte Adsl del momento