Come bloccare iPhone rubato

Il melafonino di Apple è tanto popolare tra gli utenti quanto tra i ladri. In fondo stiamo parlando di uno smartphone di alto valore, spesso superiore ai 600-700 euro, e per certi versi rubare un iPhone è più che semplice che rubare una collana. Non parliamo poi della facilità di rivenderlo… Occhio quindi prima di tutto al nostro smartphone!

Ma nel malaugurato caso in cui il nostro iphone venisse smarrito o peggio ancora rubato, ecco una guida su come bloccare l’iPhone rubato, smarrito o perso, bloccandolo tramite codice IMEI. Il procedimento non è particolarmente complicato, tuttavia è bene seguire il tutto con molta attenzione.

Fortunatamente i tecnici della casa di Cupertino hanno pensato alla possibilità di bloccare in remoto il telefono in caso di furto o smarrimento. Per fare ciò, prima di tutto dobbiamo aprire la schermata delle Impostazioni e attivare iCloud. Consigliamo di aggiornare l’iPhone all’ultima versione del sistema operativo iOS.

Una volta attivato iCloud, attiviamo la funzionalità “Trova il mio iPhone”, in modo da avere a disposizione il controllo remoto del telefono. Adesso non ci resta altro da fare che aprire il sito Internet di iCloud, effettuare il login con lo stesso Apple ID dell’iPhone e selezionare la voce “Blocco Remoto”. Ci verrà richiesto di inserire un codice numerico per lo sblocco, e confermiamo il tutto cliccando su “Blocca iPhone“. Tutto fatto!

Ricordiamo che la procedura di blocco remoto dell’iPhone tramite iCloud e la funzione “Trova il mio iPhone” funziona soltanto se il telefono è acceso e connesso ad Internet. In caso contrario, per bloccare il melafonino dobbiamo recarci dai Carabinieri per denunciare il furto e smarrimento, e in seguito recarci presso un punto vendita del nostro operatore telefonico per richiedere il blocco remoto del terminale tramite il codice IMEI (stampato sulla scatola). Assicuriamoci di avere sempre con noi un documento d’identità in corso di validità.

Migliori offerte Adsl del momento