Come ripristinare Android

Il sistema operativo Android, a partire dalla versione 2.2, è migliorato tantissimo in questi ultimi anni, e ormai blocchi e problemi software sono sempre più rari. Tuttavia, a volte può capitare che Android sul nostro smartphone o su tablet non funzioni troppo bene o abbia dei rallentamenti, spesso causati da applicazioni di terze parti che hanno appesantito troppo il sistema. Anche ROM personalizzate possono portare a bug software, e la soluzione migliore per risolvere tutti i problemi è il ripristino completo di Android.

In questa guida vediamo assieme come ripristinare Android e creare anche delle copie di backup dei dati e delle applicazioni installate.

Effettuare il ripristino completo del sistema operativo Android è davvero molto semplice. Ci basta infatti fare tap sull’icona delle Impostazioni, scegliere la voce “Privacy” e quindi “Ripristino dati di fabbrica”. Con tale opzione, verranno cancellati tutti i dati sul telefono o sul tablet. Ma se desideriamo ripristinare soltanto le impostazioni, senza quindi cancellare i dati e le applicazioni, possiamo scegliere l’opzione “Ripristino impostazioni”. Tutto qui! Davvero una passeggiata, vero?

E se prima di effettuare il ripristino del nostro terminale abbiamo intenzione di creare una copia di backup, come possiamo fare? Con il sistema operativo Android ci sono davvero moltissime possibilità, e spesso c’è soltanto l’imbrarazzo della scelta.

Per creare una copia di backup dei dati e delle applicazioni installate, consigliamo prima di tutto di fare affidamento al software fornito in dotazione con il telefono o il tablet. Spesso infatti i produttori rendono disponibili delle utility complete e ricche di funzionalità che ci permettono di creare copie di backup senza dover avere attivi i permessi di Root. Ma se vogliamo affidarci a programmi di terze parti, allora uno dei migliori è senza dubbio Online Nandroid Backup.

Migliori offerte Adsl del momento