Come scoprire se un iPhone è rubato

Su Internet possiamo trovare occasioni di ogni tipo, specialmente nei mercatini dei forum e nelle aste online. Spesso è possibile concludere dei buoni affari per entrambe le parti, ma alcune volta c’è la fregatura, e spesso accade quando si acquistano dei prodotti tecnologici solitamente costosi a dei prezzi più bassi del solito.

E’ il caso dell’iPhone: il popolare melafonino ha un prezzo di vendita in negozio di circa 700 euro, e diciamo che prezzi di iPhone 4S usati considerati normali vanno tra 300 e 400 euro. Ma se abbiamo appena acquistato un iPhone a meno di 200 euro, ci dobbiamo preoccupare? Come facciamo a scoprire se un iPhone è rubato?

Fortunatamente in questi ultimi anni la tecnologia si è evoluta, e adesso è molto più semplice scoprire se il telefono che abbiamo acquistato è stato rubato oppure è un semplice iPhone di seconda mano. Il metodo più semplice e veloce è contattare l’assistenza clienti Apple, comunicare il numero di serie e il codice IMEI dell’iPhone in nostro possesso e chiedere se risulta che il telefono sia stato bloccato / denunciato per furto o smarrimento.

Nel caso non sia possibile leggere il codice IMEI dalla scatola, o ancora peggio non ci sia alcuna scatola, possiamo provare a portare fisicamente l’iPhone in un negozio Apple Store e chiedere assistenza direttamente in negozio. Lì sicuramente ci sapranno dire se l’iPhone che abbiamo comprato di seconda mano è stato rubato oppure no.

Sempre rimanendo in tema di furti, come facciamo a rintracciare il nostro iPhone dal PC nel caso venga rubato oppure dimenticato da qualche parte? Se abbiamo installato il sistema operativo Apple iOS 5 o superiori, ci basta aprire la schermata delle Impostazioni, fare tap sulla voce iCloud, attivare il servizio (è necessario un account Apple ID), scorrere la schermata in basso e spostare l’interruttore su ON relativo all’opzione “Trova iPhone“.

Articolo pubblicato in Settimocell » Guide » Guide iOS

Commenti