Motorola RAZR i caratteristiche e uscita in Italia

In una conferenza stampa organizzata a Londra per l’occasione, i dirigenti della compagnia statunitense hanno presentato ufficialmente ai giornalisti il nuovo Motorola RAZR i, il loro primo smartphone Android ad essere basato sull’architettura Intel Medfield.

Questo terminale si differenzia dalle offerte della concorrenza per la presenza di un processore che non è un ARM e nemmeno un Qualcomm Snapdragon. Il chipset prodotto da Intel, nonostante sia di tipo single core, è in grado di garantire prestazioni elevate grazie alla frequenza operativa di ben 2 Ghz. In questa anteprima vediamo di scoprire assieme tutti i dettagli sulle caratteristiche e l’uscita in Italia del telefono.

Motorola RAZR i, conosciuto anche con il nome in codice XT890, si presenta con un design non troppo originale a dir la verità, e i tre tasti funzione per gestire il sistema operativo Android 4.0.4 Ice Cream Sandwich (aggiornabile in futuro alla versione 4.1 Jelly Bean) sono virtuali. Le dimensioni della scocca sono 122.5 x 60.9 x 8.3 mm, per un peso complessivo di circa 130 grammi.

Il display multi touch capacitivo ha la diagonale di 4.3 pollici, la risoluzione di 540 x 960 pixel, una profondità di 16 milioni di colori, lo speciale trattamento protettivo Corning Gorilla Glass e la tecnologia Super AMOLED per una migliore resa delle immagini sullo schermo. Lato multimediale, il telefono ha due fotocamere: una frontale VGA per le videochat via Wifi, e una posteriore da 8 Megapixel con flash LED, autofocus e supporto alla registrazione di video in fullHD 1080p a 30 fps.

Come già detto nel paragrafo introduttivo, il processore Intel Atom di questo smartphone ha la frequenza operativa di ben 2 Ghz. La memoria RAM ammonta a 1 GB, mentre quella flash interna è di 8 GB (espandibile a piacimento fino a 32 GB tramite lo slot microSD). L’uscita in Italia del nuovo Razr i è stata fissata per i primi di ottobre, ad un prezzo che dovrebbe essere attorno ai 400-500 euro.

Migliori offerte Adsl del momento