Come sincronizzare iCloud con iPhone

Se siamo possessori di un iPhone o di un iPad, allora avremo sicuramente sentito parlare di iCloud, il servizio di sincronizzazione automatica di Apple che ci permette di avere sempre sincronizzati i nostri file su tutti i dispositivi associati al medesimo account. Come tutti i servizi della Mela, iCloud è davvero molto semplice e intuitivo da utilizzare.

Tuttavia gli utenti meno esperti potrebbero trovarsi un po’ in difficoltà le prime volte, visto che lo storage cloud è una novità per la massa. In questa guida vediamo quindi come fare per sincronizzare iCloud con iPhone nel migliore dei modi. La versione base di iCloud ci permette di archiviare nei server remoti di Apple un massimo di 5 GB, tuttavia tramite degli abbonamenti mensili e annuali possiamo aumentare lo spazio a disposizione.

C’è da dire comunque che 5 GB bastano e avanzano per la maggior parte delle persone, visto che le foto delle vacanze è sempre meglio salvarle in hard-disk fisici del PC piuttosto che in quelli virtuali che potrebbero smettere di funzionare da un giorno all’altro.

Per poter utilizzare iCloud dobbiamo prima di tutto assicurarci di avere un account Apple ID. Visto che siamo possessori di un iPhone, avremo già attivo un account Apple ID per l’accesso all’iTunes Store e all’App Store. A questo punto apriamo la schermata delle “Impostazioni” del melafonino, facciamo tap sulla voce “iCloud” e quindi selezioniamo “Archivio e backup”. Attiviamo infine l’opzione “Backup di iCloud” e nella schermata principale di iCloud selezioniamo quali sono le applicazioni che devono essere sincronizzate in automatico con il server. Possiamo ad esempio scegliere Contatti, Calendari, Promemoria, Preferiti, Note, Streaming Foto, Documenti e Dati.

Migliori offerte Adsl del momento