Come recuperare applicazioni iPhone

Nonostante il sistema operativo iOS di Apple sia molto stabile, a volte può capitare che sia necessario un ripristino completo dell’iPhone per risolvere alcuni problemi di compatibilità. Si tratta di una soluzione drastica, resa necessaria soprattutto se il nostro iPhone ha installato il Jailbreak e diverse app non ufficiali che possono avere provocato qualche danno a livello software.

Ma se abbiamo accidentalmente cancellato delle applicazioni, oppure dopo il ripristino del cellulare il backup non è andato a buon fine, come possiamo fare per recuperare le applicazioni dell’iPhone? Scopriamolo assieme in questa guida dettagliata.

Esistono essenzialmente due metodi per poter ripristinare le applicazioni installate nell’iPhone: il primo consiste nell’avviare il software iTunes sul nostro PC, fare clic sulla voce di menu “Store”, selezionare l’opzione “Autorizza computer” e confermare il tutto. Ricordiamoci con per ogni account Apple ID possiamo al massimo autorizzare cinque computer.

Una volta completato il processo di autorizzazione, apriamo la cartella “Musica/iTunes” e copiamo la cartella “Mobile Applications” (lì dentro sono contenuti tutti i giochi e le applicazioni scaricate dall’App Store) nel nuovo PC che vogliamo utilizzare per la sincronizzazione con l’iPhone. Finito il processo di copia, selezioniamo tutti i file presenti all’interno di quella cartella e facciamo doppio clic su uno di essi per avviarli in gruppo contemporaneamente, autorizzando così la loro sincronizzazione con l’iPhone. Sembra un procedimento complesso, ma in realtà è una passeggiata.

In alternativa, possiamo affidarci all’uso di iPhone Backup Extractor, un programma che è in grado di recuperare i dati di sistema delle copie backup di sicurezza effettuate tramite iTunes. Disponibile gratuitamente nel sito ufficiale degli sviluppatori, il software non necessita di alcuna installazione, basta infatti fare doppio clic sul file eseguibile appena scaricato. Importante: iPhone Backup Extractor funziona soltanto con Mac OS X, al momento non è disponibile una versione per il sistema operativo Microsoft Windows.

Una volta che si è aperta la schermata principale di iPhone Backup Extractor, clicchiamo sul pulsante “Read Backups” per iniziare la ricerca automatica dei file di backup presenti nel nostro PC. Completato il processo di ricerca, si aprirà una schermata di riepilogo con un elenco dettagliato di tutti i backup trovati. Scegliamo quello desiderato (ci possiamo aiutare con la data di creazione ndr) e confermiamo cliccando su “Choose“. Ok, ci siamo quasi.

Arrivati a questo punto si aprirà una nuova schermata riassuntiva, stavolta dedicata a tutte le applicazioni e i giochi contenuti all’interno del backup. Se abbiamo trovato le app di nostro interesse, allora selezioniamole (per la selezione multipla teniamo premuto il tasto CTRL della tastiera) e facciamo clic su Extract. Se invece non abbiamo trovato le app che ci interessavano, torniamo alla schermata precedente cliccando su “Read Backups“.

Piccola nota: i giochi e le applicazioni non vengono elencati con i loro titoli originali, bensì con delle diciture che ad una prima occhiata possono creare confusione. Per capire che applicazione è stata selezionata, basta fare attenzione al nome presente alla fine di ogni singola stringa. Ad esempio, l’applicazione Facebook non viene mostrata come “Facebook”, bensì con il nome “com.facebook.Facebook”.

Una volta estratti i file delle applicazioni nella cartella specificata, possiamo reinstallarle nell’iPhone effettuando una nuova sincronizzazione tramite iTunes. Il procedimento che abbiamo descritto vale anche per le foto e i video salvati nell’album multimediale del backup.

Migliori offerte Adsl del momento