Come riattivare una sim Wind scaduta

Abbiamo trovato in fondo al portafoglio una ricaricabile vecchia, vecchissima, sicuramente scaduta! Proviamo a verificare, sperando magari di ritrovarci un bel po’ di credito oppure per recuperare quel numero che ci serve proprio tanto, o rileggere dei messaggi sms, o delle email che ci interessano…

Niente da fare, la sim prepagata ormai ci ha abbandonati: appena la inseriamo e accendiamo il cellulare, il display non presenta alcun segnale, indicando chiaramente che la sim non é più attiva. Vogliamo riportarla a nuova vita, é possibile farlo? Come riattivare una sim Wind scaduta? È possibile, vediamo insieme come procedere!

Inviando un apposito modulo di richiesta é possibile far tornare in vita una sim. In pratica il numero di telefono mobile da noi precedentemente utilizzato, come sappiamo, viene disattivato dopo 12 mesi dall’ultima ricarica effettuata. La sim viene disattivata, ma la numerazione rimane a disposizione per altri 12 mesi, proprio nel caso richiedessimo la riattivazione. Il nostro numero quindi potrà essere riattivato su un’altra SIM Wind prepagata in stato attivo, oppure su una nuova sim da acquistare e attivare presso un centro autorizzato Wind. Ovviamente per riavere lo stesso numero, la sim dovrà essere intestata alla stessa persona della sim disattivata.

A questo punto scarichiamo questo modulo pdf, compiliamolo con tutti i dati, compreso il numero da riattivare e il numero associato alla nuova sim. Alleghiamo la fotocopia di un documento di identità e spediamo il tutto con raccomandata A/R all’indirizzo indicato. Ricordiamo infine che piano tariffario, opzioni e promozioni attive sulla scheda disattivata non saranno replicate sulla nuova scheda, per cui se lo desideriamo, dovremo procedere alla riattivazione ex novo delle opzioni varie.

Migliori offerte Adsl del momento