Come smagnetizzare una sim telefonica

Rendere inutilizzabile una sim a volte potrebbe essere la strada più veloce per mettere fine a una sim card che non usiamo più. Smagnetizzandola non sarà più utilizzabile. Come smagnetizzare una sim telefonica? Ci sono vari metodi, alcuni più “rudi”, altri che non lasciano tracce o segni sulla sim. Scopriamoli insieme!

1) Proviamo a mettere la nostra sim card a contatto con un calamita (anche di quelle da frigo, dovrebbero andare bene, altrimenti se ne abbiamo a disposizione proviamo con diversi tipi) Teniamola a contatto per una ventina di secondi e a questo punto la sim dovrebbe risultare smagnetizzata.

2) Sfreghiamo la parte metallica della sim card telefonica sui poli di una semplice pila da 9 volt, anche in questo caso dopo una ventina di secondi il gioco é fatto.

Con questi due metodi la carta sim si dovrebbe smagnetizzare senza lasciare alcun segno vistoso. Se invece non abbiamo alcun problema a “scompigliarla”, ecco altri metodi per smagnetizzare la sim del nostro telefono.

3) Pieghiamo la carta, a questo punto dovrebbero rompersi i vari collegamenti che ci sono dietro.

4) Graffiamola dove c’è la parte dorata. Possiamo graffiarla con un ago, una graffetta, una chiave. ecc.

5) Se la sim ce l’hanno rubata o l’abbiamo persa, occorre chiamare il nostro operatore per farla bloccare (Leggi Come bloccare sim Vodafone, Tim, Wind e Tre)

ATTENZIONE: alcuni suggeriscono di metterla nel forno a microonde, ma non facciamolo assolutamente, perchè il metallo in microonde può produrre scintille che potrebbero mandare a fuoco la plastica della sim o produrre danni ancora più gravi!

Migliori offerte Adsl del momento