Come localizzare un cellulare spento

Dov’è andato? Non lo trovo più!  Ero sicuro di averlo lasciato sul tavolo.. Queste sono le classiche frasi che diciamo quando non troviamo più il nostro cellulare. A volte capita semplicemente di lasciarlo a casa mentre andiamo al lavoro, ma altre volte invece può capitare che l’abbiamo perso, o peggio ancora che qualcuno ce l’ha rubato.

Come possiamo quindi localizzare un cellulare? Se il telefonino è accesso, possiamo provare a fare uno squillo per controllare se si trova nei paraggi, oppure possiamo anche utilizzare dei software specifici per la geolocalizzazione tramite GPS. Se invece il cellulare è spento…

Un telefonino spento, sia esso un feature phone o uno smartphone di fascia alta, non è rintracciabile in alcun modo purtroppo, visto che non c’è alcuna trasmissione di dati attiva. Sarebbe come chiedere di rintracciare un animaletto di peluche o un portachiavi.

La situazione fortunatamente migliora se il cellulare che abbiamo perso è ancora acceso. Nel caso siamo in possesso di un iPhone, possiamo utilizzare la funzione integrata “Trova il mio iPhone” per attivare la localizzazione remota del terminale. Nell’ultima versione del sistema operativo Apple iOS è infatti presente una funzionalità molto utile per chi desidera avere sempre sotto controllo la posizione del proprio melafonino. Per attivarla, basta che apriamo il menù delle Impostazioni generali, scegliamo la sezione Localizzazione e facciamo quindi tap sulla voce “Trova il mio iPhone“. Apriamo poi il sito internet di iCloud, scriviamo il nome utente e la password del nostro account Apple ID e in batter d’occhio avremo la posizione del nostro iPhone su una mappa virtuale.

Se invece siamo in possesso di uno smartphone Android, possiamo scaricare dal Play Store l’ottimo Lockout Mobile, suite di protezione che offre non solo il controllo dei file contro virus e malware, ma anche la geolocalizzazione remota del cellulare.

Leggi anche Come rintracciare un cellulare con Google!

Migliori offerte Adsl del momento