LTE Italia quando? Ci sta pensando Tim a Roma

Il 2012 sarà l’anno delle reti LTE? Molto probabilmente sì: ne sa qualcosa Tim che dal 5 al 11 marzo a Roma, presso il negozio di via del Corso 353, consentirà al pubblico di sperimentare i nuovi servizi ultrabroadband che permetteranno di raggiungere i 100 Mega di velocità in download e 50 Mega in upload.

Durante l’asta per le frequenze radio gestita dal precedente governo, le compagnie Telecom e Vodafone hanno investito 1,260 miliardi la prima e 1 miliardo di euro la seconda. Finalmente é giunto il momento di vedere quanto valgono quegli investimenti: al via le sperimentazioni a Roma! Chi abita nella capitale potrà toccare con mano i vantaggi di questa nuova tecnologia, nonchè i presunti o potenziali limiti.

In teoria, come sottolineato dal gestore, la nuova struttura dovrebbe essere capace di fornire una banda fino 100 Megabit in downstreamin e 50 Mbit in upstream. Sarà davvero così? Quando saranno disponibili per tutti le reti LTE in Italia? Ce lo spiega direttamente Sandro Dionisi, responsabile di Telecom Lab, il quale sottolinea che le tecnologie sono ancora in fase sperimentale, prima della commercializzazione, ma la navigazione Lte sarà presto disponibile per tutti, prima della fine del 2012 su una sola frequenza, successivamente, dal primo gennaio 2013 su tutte le tre frequenze a 800, 1800 e 2600 megahertz.

Quale sarà il ruolo delle compagnie italiane in questo nuovo scenario ad alta velocità? La gara per le frequenze per l’LTE, conclusasi a settembre dello scorso anno e che metteva in palio le frequenze in banda 800, 1.800, 2000 e 2.600 ha ovviamente richiamato l’attenzione dei principali operatori nel nostro Paese: Telecom, Vodafone, Wind e H3g.


Partendo dalla frequenza 800, Vodafone, Telecom e Wind si sono aggiudicati 2 blocchi ciascuno. Un blocco a testa per Vodafone, H3g e Telecom per quanto riguarda la frequenza 1.800; per la frequenza 2.600, infine, suddivisione in 4 blocchi per H3g, 4 per Wind e tre a testa per Vodafone e Telecom. La banda da 2000 MHz non è stata voluta da nessuno, “snobbata”. Telecom in tutto ciò ha sborsato circa 1.26 miliardi di €, Vodafone 1.259 miliardi, Wind 1.119 miliardi di euro e H3G 305 milioni di euro.

Vodafone non ha dato informazioni precise su quando partirà il servizio commerciale LTE, così come anche Wind e H3g,  ma come nel caso della concorrente TIM, l’obiettivo è puntato sugli ultimi mesi del 2012.

Vuoi saperne di più? Leggi qui: Reti LTE cosa sono!

Migliori offerte Adsl del momento