Blackberry Bold 9790 recensione

Blackberry Bold 9790 è finalmente realtà anche in Italia: i rappresentati di Research In Motion hanno infatti presentato in un evento stampa a Milano il nuovo telefono della nota azienda canadese, indirizzato principalmente alle aziende e a chi cerca un dispositivo con servizi professionali perfettamente integrati all’interno del sistema operativo proprietario.

Disponibile nei negozi al prezzo di 499 euro IVA inclusa, si può acquistare anche con le varie offerte business degli operatori Tim, Vodafone e Wind: in un’epoca dove quasi tutti i cellulari sono di tipo full-touch, fa sempre piacere avere a che fare con uno smartphone con tastiera fisica. Non tutti infatti riescono a digerire l’utilizzo delle tastiere touch virtuali e la comodità di scrivere su una QWERTY fisica è senza paragoni.

Nonostante le apparenze da cellulare tradizionale anche questo Blackberry Bold 9790 ha uno schermo touch, in modo da soddisfare le esigenze di tutti i consumatori. Anche se, a dirla tutta, a causa dello schermo da soli 2.45 pollici, le icone sono davvero piccole e difficili da selezionare con le dita: é sicuramente più comodo l’utilizzo del trackpad ottico, il quale permette di spostarsi rapidamente tra le varie voci dei menù. Il display non é comunque da meno rispetto agli ultimi modelli Rim, in alta risoluzione Tft 480×360 pixel e 16 milioni di colori, la visuale quindi risulta realmente nitida.

Dotato del sistema operativo Blackberry 7.0, che ha subìto un gradevole refresh grafico, concentra una serie di applicazioni molto utili come quella per la gestione dei file, della password, il registratore vocale e le suonerie, inoltre sono state compattate in una sola i documents to go per gli svariati formati Office.

Il cuore pulsante di questo nuovo smartphone é un onesto processore Marvell Tavor MG da 1 GHz accompagnato da 768 Mb di Ramche garantisce buone prestazioni in ogni ambito, anche quando varie applicazioni sono aperte in background. La memoria flash interna è di 8 GB (espandibile fino a 32 GB tramite lo slot microSD), il chip NFC è perfetto per i micropagamenti e sulla scocca posteriore trova posto un sensore fotografico da 5 Megapixel con autofocus, zoom digitale 2x flash LED e geo-tagging, nonché stabilizzatore d’immagine e face detection. Infine, la scheda tecnica di Blackberry Bold 9790 prevede la presenza di A-Gps, wifi e bluetooth.

Tallone d’Achille di questa recensione, la batteria: a tante funzionalità non corrisponde purtroppo “lunghissima” vita della batteria che arriva in conversazione fino a 5,2 ore (in standby fino a 18 giorni), perchè, come dichiarato dal managing director dell’azienda: “La tecnologia delle batterie non é ancora al passo con le capacità dei processori e poi, non dobbiamo dimenticare che uno schermo touch consuma di più”.

Migliori offerte Adsl del momento