Reti LTE cosa sono

Finalmente anche in Italia le reti 4G: Tim e Vodafone proprio in questi giorni hanno annunciato il via a test pubblici della nuova loro rete mobile e l’effettiva  disponibilità per fine 2012. Ma cosa sono le reti LTE (o 4G), quali sono i vantaggi offerti da questa nuova e tanto chiacchierata tecnologia?

Il primo vantaggio, quello immediato e più clamoroso lo abbiamo in termini di velocità: l’LTE permetterà di raggiungere sino a 100Mbit e si spera quindi mandi in pensione le reti classiche bastate su tecnologia Adsl o fibra ottica e permettano a tutti di navigare alla “velocità della luce”.

Altro dubbio: ma se in Italia in alcune zone l’ADSL o addirittura la fibra ottica rappresentano una chimera, figuriamoci le reti LTE, sicuramente saranno disponibili solo per poche zone “elette”. E invece no: le reti 4G serviranno anche per eliminare il problema del digital divide, del divario, delle disparità tecnologiche, portando con facilità la banda larga mobile anche laddove oggi una connessione veloce è un vero miraggio. In altri termini LTE è la soluzione a tutti i nostri problemi e proprio per questo se ne parla parecchio, tra l’altro é già presente in altre nazioni nel mondo (negli Stati Uniti o in Svezia, tanto per fare un esempio europeo).

Ma come funziona questa tecnologia? LTE è l’evoluzione delle tecnologie HSPA già esistenti, basata in larga parte sugli standard UMTS, per cui tutti gli operatori potranno utilizzarla senza dover realizzare investimenti troppo dispendiosi, ma con un aggiornamento delle infrastrutture e delle antenne già presenti affinchè siano rese adatte a lavorare in LTE. In Italia tutti i gestori si sono aggiudicati dei blocchi di frequenze nella recente asta per l’assegnazione per le reti 4G e mentre Wind e 3 Italia hanno promesso l’installazione delle prime antenne LTE nel corso del 2012, Tim e Vodafone hanno già avviato con successo i test pubblici.

A partire da marzo Vodafone installerà una rete mobile LTE (fino a 100Mbit in download e fino a 50Mbit in upload) prima nello stadio di Torino e poi via via in molti altri importanti stadi italiani. I test non saranno aperti a tutti, ma sarà Vodafone stessa a selezionare un gruppo di persone addette.

E per quanto riguarda i telefonini? Al momento in Italia non sono stati presentati smartphone LTE ma sarà molto probabilmente Android ad avere il primato, in quanto sono già disponibili device del genere in altre nazioni.

Migliori offerte Adsl del momento