iPad blocco delle vendite in Cina

L’iPad di Apple è il tablet più popolare del mondo, e in tutti questi mesi non ha sofferto minimamente la concorrenza Android. Tuttavia la casa di Cupertino in questi ultimi giorni non può dormire tranquilla, visto che in Cina è stato autorizzato il blocco delle vendite dell’iPad, con tanto di poliziotti che sequestrano i terminali in vendita nei negozi d’elettronica.

Il motivo del blocco è legato ad una disputa legale di Apple con la società cinese Proview Technology, la quale aveva creato il nome “iPad” nel 2002 e che ancora oggi detiene alcuni diritti a riguardo. La situazione non è certo delle migliori, e i dirigenti di Apple devono decidere in fretta: la Melamorsa ha veramente rubato il nome inventato dall’azienda cinese?

In ballo infatti non ci sono soltanto le vendite di iPad e iPad 2 sul territorio cinese, ma addirittura su tutto il mercato globale. Sembra infatti che Proview Technology abbia intenzione di bloccare l’esportazione del tablet al di fuori dei confini nazionali dato che ritiene il nome “iPad” di sua invenzione. Dal momento che il pomo della discordia viene proprio assemblato in Cina dalla nota Foxconn, è chiaro come la faccenda stia diventando più seria del previsto. Dobbiamo infatti considerare che nel giro di poche settimane verrà annunciato il nuovo iPad 3, e anche quest’ultimo verrà prodotto sul suolo cinese. Che fare quindi?

Apple ha soltanto una possibilità, ovvero pagare quanto richiesto da Proview Technology per ottenere l’autorizzazione di utilizzare il nome iPad in tutto il mondo, Cina compresa. I soldi non mancano di certo all’azienda di Cupertino, e stavolta non si può perdere tempo in tribunale. Le azioni legali potrebbero soltanto ritardare l’uscita della terza generazione di iPad, con gravi danni economici per la compagnia californiana.

In dettaglio, Apple dovrebbe pagare all’azienda Proview Technology di Shenzhen la cifra di 10 miliardi di Yuan (corrispondenti a circa 1,6 miliardi di dollari) per ottenere i diritti di sfruttamento completo del brand iPad. Ci sarebbe inoltre una multa del governo, pari a 38 milioni di dollari.

Migliori offerte Adsl del momento